Passeggiata alla Buca delle Fate

Una delle più belle spiagge della Toscana con un nome altrettanto suggestivo si trova in provincia di Livorno: è la Buca delle Fate, una spiaggia di sassi con grandi scogliere su cui è possibile sdraiarsi oppure ammirare il paesaggio. Il mare blu e azzurro, le acque limpide, il profilo dell’isola d’Elba in lontananza, la grigia scogliera e la bella camminata nella macchia mediterranea rendono questo luogo unico.

Il sentiero che conduce alla Buca delle Fate

La Buca delle Fate è un piccolo golfo poco dopo Baratti, così chiamato a causa di un’antica leggenda che parla della storia d’amore di due giovani  ostacolata dalle fate che animava o il luogo. Per iniziare il percorso è necessario attraversare il cancello verde, in prossimità del parcheggio che incontrerete dopo pochi chilometri da Baratti e seguire il sentiero sulla sinistra (cai 301) costeggiando la rete metallica. Dopo qualche centinaia di metri si trova un appostamento fisso per i cacciatori, immerso nella profumata macchia mediterranea.  Circa 1 km dopo incontriamo una vecchia cava di calcarenite o pietra panchina usata tra il III e il II sec. A. C.. Successivamente si scoprono delle tombe costituite da un lungo corridoi d’accesso e da una camera sepolcrale a pianta quadrangolare, si pensano fossero usate fino ai primi decenni del I secolo a. C..

LEGGI ANCHE: TOSCANA UNDERGROUND

Dopo un paio di centinaio di metri si trova una biforcazione del sentiero: se si continua dritto si raggiunge la Buca delle fate, se si segue il sentiero a sinistra si prosegue per San Quirico, Fosso alle Canne e Cala Moresca. Dopo pochi passi si arriva ad uno spiazzo da cui si gode di un bellissimo panorama, rocce levigate dalla forza del mare, del vento e della pioggia, che si scagliano contro acque dal colore blu intenso. Sulla sinistra è possibile scendere fino al mare, rilassarsi sulla scogliera e fare il bagno nella Buca delle Fate. Al di fuori della stagione estiva la Buca delle Fate è sicuramente più rilassante e la natura prevale sull’ambiente umano, forse non è così in estate dove molto probabilmente orde di turisti affollano questa bella spiaggia. Noi ci siamo stati i primi di ottobre e il mare era caldo! Quindi vi consigliamo di portarvi sempre dietro un costume e un asciugamano!

Nella vicinanza della Buca delle Fate non ci sono bar o ristoranti quindi conviene portarsi dietro l’occorrente per pranzare o per fare merenda e soprattutto una buona scorta d’acqua da bere!

LEGGI ANCHE: TUNISIA IN 10 GIORNI

Il tragitto nell’odorosa macchia mediterranea si percorre in 20 minuti circa, il ritorno è un po’ più faticoso perché in salita ma il sentiero è facile e fattibile anche con bambini. Il percorso non è invece percorribile con carrozzine o passeggini, se avete bambini piccoli dotatevi di zaini, marsupi o fasce.

Precedente Cosa fare ad Hammamet Successivo Perché fare un viaggio in Tunisia con i bambini

Lascia un commento