Forte Campo Luserna: trekking con passeggino

Immerso nel verde paesaggio montano dall’acrocoro di Luserna si trova il Forte Campo Luserna, uno dei sette forti dell’Imperatore fatti costruire dall’impero austro-ungarico per difendere il territorio.

 

Il Forte Campo Luserna fu teatro di una cruenta battaglia che in soli quattro giorni vide scaricare sulle possenti mura del forte ben 5000 proiettili. Il Comandante decise così di arrendersi anche se con l’arrivo dei rinforzi la bandiera bianca fu ritirata.

Il profilo del forte parzialmente crollato è stato completato con delle lamiere, per rendere l’idea della sua architettura, anche se il risultato è un po’ deturpante. Molto carine e suggestive sono le sagome di soldati in posa, dislocate all’esterno e all’interno del forte che spingono ad immaginare come doveva essere la vita dentro queste mura. Non è possibile visitare l’interno del Forte Campo Luserna, a meno che errando lungo il suo perimetro non vi capiti di trovarvi magicamente dentro.

 

Vicino al monumento dei caduti inizia un sentiero che porta ad una trincea coperta, all’avamposto Viaz e ad un fortino. Purtroppo questa parte non è accessibile ai passeggini.

La passeggiata di circa 40 minuti/un’ora (con i passeggini) è molto piacevole. La strada attraversa rigogliosi pascoli delimitati da verdi abeti. In lontananza si scorgono i profili rocciosi delle montagne e lungo il cammino si è accompagnati dallo scampanellio delle mucche che pascolano libere. Un paesaggio idilliaco tipicamente montano che non piacerà solo ai bambini, ve lo assicuriamo! Al ritorno la Malga Millegrobbe offre pietanze per rifocillarsi e alcuni giochini esterni per i bambini.Ci auguriamo che quanto prima il Forte sia reso accessibile.

 

Come arrivare a Forte Campo Luserna

Dalla Malga Millegrobbe si prende la strada bianca segnalata alla sinistra della Malga. Il sentiero risulta ben segnalato. La strada bianca prosegue in piano fino ad un bivio: entrambe le strade vanno bene, ma con il passeggino vi consigliamo di seguire la strada sulla sinistra che anche se sale in modo più ripido è molto breve, il sentiero permette inoltre di visitare la ricostruzione per finalità didattiche di una trincea, molto interessante. I due sentieri si ricongiungono poco dopo. La salita, più dolce continua. Si oltrepassa la statua di una madonna sulla sinistra e si prosegue lungo la strada principale, fino a che non si arriva al Forte.

Seppur breve il tragitto con i passeggini è un po’ faticoso, ma il ritorno è tutto in discesa, quindi c’è modo di riprendere il fiato! Noi poi avendo fatto il percorso con un gemellare e un passeggino singolo da non abbiamo mai potuto darci il cambio e riposare.

Non avventuratevi con i passeggini con le ruotine.

 


 

 

dav

Precedente Le oasi di montagna: Chebika, Tamerza e Mides Successivo Kairouan

Lascia un commento