Tepelene e il suo ponte sospeso

TepeleneUna cittadina dalla storia antica che sa ancora di vera Albania: questa è Tepelene. Se pensate che il nome vi sembri noto potete star certi che avete ragione, lo avrete visto milioni di volte sui cartelloni pubblicitari o sulla tavola mentre mangiavate. Tepelene è infatti il nome di una delle acque più bevute in Albania.

Tepelene è un’ottima tappa per fare un break durante la strada che porta da Tirana verso Argirocastro o viceversa. La strada costeggia anche lo stabilimento dove viene imbottigliata l’acqua Tepelene (anche l’acqua Glina viene prodotta nei pressi del paese).

Lungo la carreggiata appena ci si avvicina a Tepelene si notano diverse fonti di acqua freschissima che scende giù dai monti, baracchine che vendono principalmente miele e infusi, qualche ristorante tipico, anche super tipico.Tepelene

Ci siamo fermati quasi per caso a Tepelene, mentre da Ksamil ci dirigevamo verso Durazzo da dove sarebbe partita la vane per rientrare in Albania, a conclusione del nostro secondo viaggio in Albania. Sapevamo che nella città di Alì Pashà di Tepeleni c’era un ponte sospeso ed eravamo molto curiosi di vederlo, abbiamo così approfittato per fare un breve giro anche in città e fermarci per un buon caffè.

Tepelene è famosa per aver ospitato George Gordon Byron, che soggiornò presso Alì Pashà di Tepeleni, ed influenzato dall’accoglienza ricevuta da popolo albanese scrisse una poesia a riguardo. Alì Pashà di Tepeleni nacque proprio nella città della quale porta il nome verso la metà del 1700 e governò gran parte dei territori per conto dell’Impero Ottomano fino a quando non si ribellò contro i Turchi. Fu giustiziato a Giannina nel 1822. Molte sono le storie e leggende che si narrano su Alì Pashà, dal numeroso harem, alla corte dal sapore esotico, alla atrocità perpetuate durante il suo dominio: un’ottima descrizione ne viene fatta nel celebre libro di Dumas Il conte di Montecristo tramite il racconto della figlia di Alì Pashà, la principessa Haydée, prima schiava e poi innamorata di Edmond Dantès (Se siete appassionati lettori allora non perdetevi la nostra sezione sui libri e viaggi che potete consultare qui).Tepelene

La città di Tepelene accoglie i visitatori con la statua del leone di Giannina (Alì Pashà di Tepeleni), poco dopo è ben visibile ciò che rimane della fortezza che fece costruire Alì Pashà, dove è stata messa una targa per ricordare la visita di Lord Byron. Passeggiare tra le strade di questo paese albanese è molto interessante perché permette di avvicinarsi ad uno spaccato di vita tipica degli albanesi di oggi. Durante la passeggiata si incontrano numerosi busti e statue di eroi che hanno combattuto per difendere la propria Patria.

TepeleneProprio in prossimità delle mura dell’antica fortezza siamo scesi per raggiungere il ponte sospeso.

Il ponte sospeso di Tepelene attraversa il fiume Vjosa ed è percorso tutti i giorni da uomini, donne e bambini che lo attraversano a piedi, in bicicletta con gli asini e anche in motorino!

Il ponte fu costruito originariamente da Alì Pashà che lo regalò alla città e aveva lo scopo di collegare il paese di  Beçisht con Tepelene.

A rendere ancor più avventurosa ed adrenalinica l’attraversamento del ponte è anche lo stato di conservazione del ponte, non proprio ottimale!

 

Precedente Un percorso alternativo della via Francigena: da Altopascio a Ponte a Cappiano lungo le vie d'acqua Successivo Libri per un viaggio in Turchia

Lascia un commento