Itinerario di 10 giorni in Tunisia

Da anni sognavamo di visitare questa terra soleggiata, costeggiata dall’azzurro mar Mediterraneo con le calde dune sabbiose del Sahara, ci piaceva l’dea di perderci nelle medine delle città più importanti e di poter visitare palmeti, oasi, villaggi berberi e case troglodite.

L’instabilità politica dovuta alla fine del regime di Ben Alì nel 2011 e gli attentanti del 2015 ci avevano fatto desistere dall’idea, ma dopo aver parlato con alcuni conoscenti che avevano visitato il paese o che vi hanno parenti e familiari abbiamo così deciso di prendere al volo l’occasione che ci si presentava: grazie al lungo ponte scolastico in occasione delle vacanze pasquali abbiamo deciso di volare in Tunisia per un viaggio di 10 giorni.

Itinerario di 10 giorni in Tunisia

Il nostro itinerario è stato definito in base ai giorni disponibili, ai chilometri da percorrere e alle esigenze di Adele, che quando abbiamo fatto il viaggio aveva poco meno di 5 anni). Alcune mete che ci sarebbe piaciuto visitare sono rimaste fuori… sicuramente rimedieremo quanto prima!

Abbiamo inoltre scelto per la prima volta di farci aiutare da una guida che ci ha accompagnato per 6 giorni insieme all’autista, alla scoperta dei posti più remoti della Tunisia, per ottimizzare al meglio il viaggio visto la durata limitata.

LEGGI ANCHE: ITINERARIO DI UNA SETTIMANA TRA FEZ E CHEFCHAOUEN

Ecco il nostro itinerario di 10 giorni (9 notti) in Tunisia

Tunisi: (2 notti) la capitale tunisina ha saputo affascinarsi da subito con l’odore delle spezie ha aromatizzato le passeggiate nelle strette vie della medina e i suoi piccanti sapori. Tunisi ha molto da offrire, noi non abbiamo avuto il tempo di vedere tutto quello che avremmo desiderato, sarà la scusa per tornare nuovamente Se vuoi leggere il nodtro post su Tunisi clicca qui.).

Sousse: (1 notte) una delle più grandi città della Tunisia, Sousse, ci è apparsa fin troppo turistica, pur essendo in aprile, la medina però è sicuramente affascinate. Leggi il nostro post su Sousse qui.

Douz: (1 notte) nota come la porta del deserto, la sabbiosa Douz ci ha permesso di conoscere il Sahara e di rimanerne incantati. Durante il tragitto da Sousse abbiamo avuto modo di vedere l’anfiteatro di El Jem, il mercato delle spezie di Gabese, Matmata e le sue case troglodite.

Tozeur: (2 notti) l’indimenticabile Tozeur, con le sue tipiche costruzioni a mattoncini è il luogo ideale per esplorare le oasi di montagna, davvero imperdibili! Durante il percorso che ci ha condotto a Tozeur ci siamo fermati al lago salato Chot el Djerid.

Hammamet: (2 notti) anch’essa molto turistica, con le sue tre zone dedicate completamente agli hotel, hammamet ha una medina mediterranea molto carina che si affaccia sul mare; è inoltre una buona base per visitare alcuni villaggi berberi e alcuni siti archeologici collocati nei dintorni. Durante il viaggio da Tozeur a Hammamet ci siamo fermati a Sbeitela e a Kairouan

Tunisi: (1 notte) siamo tornati a Tunisi per prendere l’aereo il giorno successivo e ne siamo stati contenti per poter dedicare qualche altra ora a questa affascinante città araba.

quando andare in tunisia

I periodi migliori per visitare in Tunisia va da settembre a novembre e da marzo a giugno. In estate fa troppo caldo e in inverno ci sono 40 giorni di freddo che poi tanto freddo non è, visto che le minime si aggirano attorno ai 7°C.

LEGGI ANCHE: IL DESERTO DELL’ACCONA E IL SITE TRANSITORIE

come muoversi in tunisia

In Tunisia i mezzi pubblici non funzionano molto bene, a Tunisi è possibile muoversi comodamente utilizzando il tram e la linea del treno leggera (TGM: Tunisi- Goulette- Marsa), oltre agli autobus, che noi però non abbiamo utilizzato. Per muoversi in tutto il Paese e nella capitale è possibile usare anche i taxi, generalmente molto economici, e i taxi louage, dei grandi taxi collettivi.

come arrivare in Tunisia

La Tunisia è raggiungibile via mare e via aerea: Tunisi è infatti collegata alle principali città europee ed arabe. Dall’Italia è collegata con voli diretti da Bologna e da Roma. Le navi per Tunisi partono invece dai seguenti porti italiani: Civitavecchia, Genova, Palermo e Salerno.

 

 

Precedente Il parco di Villa Caruso Bellosguardo Successivo Gli Orti del Parnaso e il dragone che sorveglia Firenze

Lascia un commento