Matmata e le case troglodite

Matmata con il suo paesaggio brullo, è un villaggio berbero, noto ai più perchè è stata il set di alcune scene di guerre stellari, che nasconde tra le sue colline aride case dall’architettura assai particolare. Il paesaggio arido, spoglio che è l’anticamera del deserto del Sahara si anima quando ci si avvicina, case troglodite si trovano dove non sembrava esserci niente, con tanto di animali e cisterne per raccogliere l’acqua piovana.

In questo antico paese berbero è possibile visitare le cosiddette case troglodite scavate nel terreno, assaggiare un caldo tè fatto con acqua piovana e mangiare la tipica focaccia con un miscuglio di olio e miele.

Anzitutto precisiamo che la parola Berbero deriva dalla parola greca barbarikos e significa straniero. Era il termine che usavano gli arabi per distinguere gli indigeni del Nord Africa dalla popolazione locale che seguiva la cultura romano-bizantina.

Ci siamo fermati a Matmata durante il nostro viaggio in Tunisia (per leggere l’itinerario cliccate qui) mentre da Sousse andavamo verso la porta del deserto, Douz.

le case troglodite di matmata

Le case troglodite di Matmata sono tutt’ora abitate da alcune famiglie. A seguito di forti piogge (eccezionali per Matmata) che causarono l’allagamento di molte case scavate della zona, alcuni abitanti sotto invito del governo hanno preferito trasferirsi in abitazioni più moderne.

Le case troglodite sono scavate nella roccia per circa 6/7 metri e sembrano dei crateri, bisogna allenare bene l’occhio per riuscirle a vedere sulle colline! Si mimetizzano infatti nel panorama. Questa case hanno una porta in legno di palma,resistente, fibroso e che necessita di poca manutenzione. Sull’ingresso è disegnato un simbolo che ha un significato augurale e contro il malocchio: possono essere un pesce, delle mani ecc.. Dopo un lungo ingresso si giunge ad un cortile centrale sul quale si affacciano le stanze chiuse con una tenda. Dentro le stanze c’è un bel frescolino, si capisce subito l’esigenza che ha spinto questa popolazione a costruire queste case: avere una temperatura fresca d’estate e calda d’inverno. Alcune stanze sono adibite per dormire, una serve generalmente come dispensa, una come cucina e c’è una zona dedicata alla macinazione del grano che viene fatto facendo ruotare due grandi pietre.

come visitare una casa troglodita

Le case troglodite si possono visitare facilmente, non sarà difficile trovare qualche abitante o qualche bambino che si offra di guidarvi a visitare la sua casa. Se viaggiate con una guida o un tour organizzato vi porteranno in case già concordate,  ma non dimenticatevi di lasciare una piccola offerta alle persone che aprono le porte delle loro case o di comprare qualche oggetto fatto a mano, spesso hanno ben poco di cui sopravvivere.

cosa vedere vicino a matmata

A circa 66 km da Matmata, verso la costa si trova la città industriale di Gabes, vi segnaliamo il suo piccolo e caratteristico mercato delle spezie dove si trova dell’ottima polvere di henné, almeno così ci hanno detto, prodotta dalla macinazione delle foglie dell’albero di henné. La polvere di henné serve per tingersi i capelli e renderli più forti e per decorare mani e piedi con disegni particolari.

Precedente Cosa fare in Toscana a luglio 2019 Successivo 5 paesaggi surreali da vedere una volta nella vita

Lascia un commento