Chott el Jerid: il lago salato

Distese di sale, acqua dai colori sgargianti, camminare verso il niente questo è quello che ci è rimasto più impresso del lago salato Chott el Jerid.

Il lago oggi è facilmente raggiungibile grazie ad una strada che porta da Douz a Tozeur e che passa sopra il famoso lago salato Chott el Jerid, una strada dritta e lunga che sembra prosegua verso l’infinito,.

I cartografi definiscono Chott el Jerid un lago salato, in realtà di acqua ve ne è ben poca e solo in alcuni periodi dell’anno. Questo grande lago salato si trova in una zona di depressione ed è lungo più di 5000 kmq.

Una lunga e panoramica strada lo taglia in due, una strada che corre verso il niente, guardando dal finestrino si possono vedere strani movimenti verso il lago…saranno allucinazioni? Lungo la strada è possibile fermarsi in alcune capanne che fungono da caffè, dove si possono compare anche le famose rose del deserto, di varie dimensioni. Il sale raccolto in questo lago salato non può essere usato per cucinare così viene venduto ai paesi nordici che lo usano per spargerlo sulle strade. Non resta che scendere e sperdersi (ma non allontanatevi troppo o rischierete di perdervi davvero!), divertirsi a fare fotografie, a camminare o a infrangere la crosta del sale fatta dal sole (Adele ci si è divertita molto).

I miraggi sono molto frequenti in belle giornate di sole. la luce che riflette sulle rare pozze d’acqua dà vita anche a sgargianti colori e l’acqua diventa azzurra, gialla o rosa.

Precedente Cosa fare a agosto 2019 in Toscana Successivo La Morra: un borgo in mezzo alle Langhe

Lascia un commento