Sousse e la sua medina

Lungo la costa del Sahel tunisino si trova Sousse, la terza città più abitata della Tunisia, una città antica e moderna nello stesso tempo, con una bellissima medina e una grande zona alberghiera moderna.

Sousse si trova a circa 140 km da Tunisi (per leggere il nostro post su Tunisi clicca qui), partendo dalla capitale tunisina nel pomeriggio abbiamo scelto di fermarci a dormire una notte così da poter visitare la parte storica della città.

La medina di Sousse

Abbiamo raggiunto Sousse in una ventosa giornata di primavera, il vento freddo sferzava la spiaggia e la medina, la temperatura era scesa e il cielo nuvoloso. La medina, che è stata dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1988, è collocata su un piccolo promontorio, abbiamo così deciso di visitarla dall’alto verso il basso; dall’alto si riesce a vedere il mare. Dopo la visita a quella Tunisini, la medina di Sousse ci è apparsa tranquilla e poco caotica. I souk, costellati da edifici bianchi, con porte e finestre blu, i tetti piatti, la merce esposta, sono molto pittoreschi. Peccato per il forte vento e il freddo che non ci hanno fatto gustare la visita appieno. Montagne di petali di rose esposti ovunque così come rametti di datteri dorati, inondavano le stradine con i loro inebrianti profumi. Souq er-ribba, il mercato coperto dai toni medioevali, è un tripudio di colori e di odori e costituisce la parte più affollata della medina.

LEGGI ANCHE: ITINERARIO DI 10 GIORNI IN TUNISIA

La medina è delimitata da lunghe mura, alte circa 8 metri che furono fatte costruire sulle fondamenta dell’antica città bizantina, dagli Aghlabiti nel 859 d.C., alcune parti furono distrutte durante la Seconda Guerra Mondiale, e l’aspetto odierno si deve alla risistemazione che fu fatta successivamente. Dentro le mura si trovano 12 mosche per le donne e altrettante per gli uomini, tra queste 24 mosche vi è la Grande Moschea, con torretta e mura merlate, costruita adattando una Kahsba nel 851 d.C. . La torretta era usata per chiamare i fedeli alla preghiera, poichè la moschea non era stata dotata di un minareto.

Vicino alla Grande Moschea si trova il Ribat, nato come forte fu costruito alla fine dell’VIII secolo d. C., oggi vi si trova una sala di preghiera. Dall’antica torre di avvistamento è possibile vedere un bel panorama della città.

cosa vedere vicino a sousse

In prossimità di Sousse è possibile visitare:

  • El Jem: dista da Sousse circa 70 k ed è meta di numerose gite organizzate, ad El Jem infatti si trova uno degli anfiteatri romani meglio conservati e un museo archeologico dove è possibile vedere una bella ricostruzione di una villa romana e spettacolari mosaici.
  • Kairouan: a poco più di 50 km è conosciuta come la città dei tappeti e della grande moschea, è considerata una città sacra da mussulmani tunisini per la sua Grande Moschea (aperta dalla domenica al giovedì dalle 8 alle 14 e il venerdì fino alle 12) costruita nel 670 d. C. da Sidi Okba e ricostruita dopo la sua distruzione dagli Aghlabiti.

 

 

Precedente Cosa fare a giugno 2019 in Toscana Successivo Le piscine naturali del Ciuffenna

Lascia un commento