Crea sito

Il Sentiero delle Sorgenti e il bosco incantato

Se avete voglia di fare una passeggiata nel bosco lungo un antico sentiero vi consigliamo il Sentiero delle Sorgenti.

 

Il Sentiero delle Sorgenti si snoda infatti in un bellissimo bosco: bastano pochi passi per sprofondare nel silenzio assoluto interrotto solo da cinguettii e trilli diversi. Gli odori degli abeti, delle piante ci avvolgono come se fossimo entrati in una nuvola. L’impressione è quella di essere in un bosco incantato.

Il sentiero è facile e adatto a tutti, il dislivello è minimo (100 metri circa).

Noi lo abbiamo percorso con due passeggini di cui uno gemellare, entrambi dotati di ruote grandi, con camera d’aria e in alcuni punti abbiamo trovato difficoltà perché il sentiero, sempre largo e ben segnalato, in alcuni tratti di salita è malmesso, probabilmente a causa delle macchine pesanti che hanno liberato il sentiero da alcune piante cadute. Abbiamo risolto sollevando i passeggini.

 

Il Sentiero delle Sorgenti è un percorso ad anello che segue le orme dei guardiani delle mucche, i “vacaroti” che passavano di qua per abbeverare i loro animali. Un tempo questo sentiero era usato per la pastorizia  la caccia e la gestione del bosco. È possibile scegliere di fare il percorso breve (3km circa) o lungo (4 km circa).

Il Sentiero delle Sorgenti – Il percorso

Il Sentiero delle Sorgenti si trova sull’Alpe Cimbra, nei pressi del Lago di Lavarone e tocca alcune piccole sorgenti che sgorgano spontanee e che erano usate per l’agricoltura e per le mandrie.

Il percorso inizia da Bertoldi (Lavarone) , con la fontana del Tomasi (presso cui ci sono alcuni spazi per parcheggiare), scolpita nella pietra e prosegue verso la fontana Vecia, poi si troverà la Fontanela del Trughele, Fontanela Le Pom, il Vascon dei Sengoloti (solo per il percorso più lungo) e Fontanela Etelar. Le fontane sono in pietra o in legno scolpito ed hanno toponimi nell’antica lingua cimbra. L’acqua non è controllata ma è bevibile a quanto abbiamo letto.

Il Sentiero delle Sorgenti si interseca anche con il sentiero Respiro degli Alberi.

Lungo il sentiero si trovano alcuni pannelli che illustrano la flora e la fauna del luogo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.