Il borgo fantasma di Montingegnoli

 Montingegnoli è una piccola ghost town tra le valli del fiume Cecina e il Merse, un vero tesoro per gli amanti dei piccoli borghi abbandonati .

Il borgo fantasma di Montigegnoli Non appena abbiamo scoperto la sua esistenza siamo partiti alla sua ricerca e non ne siamo rimasti delusi, anzi è entrata subito a far parte delle nostre ghost town preferite.Il borgo fantasma di Montigegnoli

Il territorio di Radicondoli è ricco di piccole realtà abbandonate circondate dalla silenziosa e profumata campagna senese come Elci (Escursione tra i boschi dei partigiani alla ricerca del Castello d’Elci), il castello di Falsini o il castello di Fosini.

Montingegnoli ha un suo fascino particolare dovuto soprattutto all’ottimo stato di conservazione in cui si trova e alla sua particolare piazzetta centrale.

I primi riferimenti al Castello di Montingegnoli risalgono addirittura al 1156 e nonostante i numerosi rimaneggiamenti subiti nei secoli, ha mantenuto l’originario aspetto semicircolare che lo caratterizza e lo dota di un fascino particolare.Il borgo fantasma di Montigegnoli

L’aspetto ben conservato dà a Montingegnoli un’aura misteriosa e anche un po’ spaventosa, come se i suoi abitanti fossero spariti tutti d’un colpo e infatti è andata più o meno così: nel 1833 aveva 220 abitanti poco più di un secolo dopo nemmeno uno.

In realtà come moltissimi altri borghi rurali si è semplicemente spopolato nel dopoguerra quando i suoi abitanti sono emigrati altrove, soprattutto verso le città, in cerca di migliori opportunità di vita.

Il borghetto di Montigegnoli ad oggi è proprietà privata e è stato messo all’asta in attesa di un compratore. Per questo motivo non si può accedere alla piazza circolare, ma si può arrivare fino alla piccola chiesetta subito di fianco e da lì si può scattare qualche foto.  Vi consigliamo quindi una gita da quelle parti prima che qualcuno se lo compri e diventi totalmente inaccessibile.

AGGIORNAMENTO IMPORTANTE

Recentemente sono state fortemente rafforzate le protezioni agli accessi del borgo che rendono difficile anche solo scorgere la piazzetta centrale. Da fuori non si vede più quasi nulla purtroppo.

Il borgo fantasma di Montigegnoli

Come arrivare a Montigegnoli

Da Radicondoli prendere la strada provinciale delle Galleraie direzione Belforte, superate il bivio a sinistra che porta a Belforte, poi il bivio a destra che porta ad Anqua e dopo 700 metri parcheggiate nello spiazzo che vedrete alla vostra destra. Qui vedrete la stradina sterrata che in 5 minuti vi condurrà al paesino.

Il borgo fantasma di Montigegnoli

Precedente I libri da leggere per viaggiare tra Israele e Palestina Successivo Le 5 migliori kasbah del Marocco

Lascia un commento