Le vasche termali di San Casciano dei Bagni

Le terme libere sono purtroppo sempre più una rarità, fortunatamente in Toscana se ne trovano ancora un po’; oggi vi vogliamo parlare di un luogo dove è possibile fare il bagno gratuitamente immersi nella natura.Le vasche termali di San Casciano dei Bagni

Quasi al confine tra Toscana, Umbria e Lazio, in provincia di Siena si trova il piccolo e sonnolento borgo di San Casciano dei Bagni, che con 42 sorgenti termali vanta il terzo posto in Europa per l’abbondanza di acque sulfuree. Il borgo è nato su una collina ai cui piedi si trovano delle vasche in cui è possibile fare il bagno nell’acqua ricca di minerali a una temperatura che oscilla dai 40° ai 42°.

FORSE PUÒ INTERESSARTI ANCHE: TERME LIBERE DI TOSCANALe vasche termali di San Casciano dei Bagni Le vasche termali di San Casciano dei Bagni

Conosciuto fin dall’antichità era una delle mete preferite da Ottaviano Augusto, il primo imperatore dell’Impero Romano, allora il paese si chiamava Fontis Clusinii.

Quando siamo entrati nelle pozze e ci siamo rilassati cullati dall’acqua calda, appoggiati ai muretti in pietra delle vasche una delle cose che ci è piaciuta di più è stato essere immersi nella tipica campagna Toscana, assolata, ingiallita come deve esserlo a fine agosto, con filari di cipressi che salgono lungo le pendici delle colline e le canne che si muovono alla leggera brezza.Le vasche termali di San Casciano dei Bagni

Una delle vasche, la più ampia, posta un centinaio di metri prima delle altre è purtroppo chiusa. Le altre non sono molto frequentate, noi ci avremmo trovato in tutto una decina di persone (tra fuori e dentro). Introno alle vasche si trova qualche alberello che fa ombra ed è possibile distendersi sugli asciugamani e leggere o parlare. Le vasche termali di San Casciano dei Bagni

LEGGI ANCHE: IN SELLA AD UNA VESPA PER IL VINTAGE TOUR IN VAL D’ORCIA

Lo abbiamo trovato un luogo ideale per rilassarsi, per staccare da tutto. Lo sconsigliamo ai grandi gruppi, poichè non avendo molte vasche si creerebbe l’effetto del pigia-pigia.Le vasche termali di San Casciano dei Bagni

Dopo o prima delle relax alle terme è possibile visitare anche il grazioso borgo (che offre la possibilità di pernottare in numerosi B&B) di impronta medievale: girottolando per il paese si ammira la bella Collegiata di San Leonardo, alcuni bei palazzi di famiglie importanti della zona, chiese e pozzi. I nomi delle vie tradiscono l’origine romana ed etrusca del borgo e rendono ancora più magica e divertente la visita al paese.

Ingresso libero.

LEGGI ANCHE: SIENA CON OPA SI PASS ALL INCLUSIVE

Come arrivare alle vasche termali di San Casciano dei Bagni

Una volta giunti al borgo di San Casciano dei Bagni, prima di entrare nella parte vecchia ci sono alcuni ampi parcheggi, di cui uno terrazzato, in cui è possibile parcheggiare gratuitamente (agosto 2016). In corrispondenza di esso si trova un bivio con una strada asfaltata che scende rapidamente verso la valle e presto diventa sterrata: via della Fontaccia. All’altezza dell’unico condominio sulla sinistra (scendendo) si trova un’altro parcheggio. Da qui in poi la strada diventa ZTL e non è possibile proseguire se non si è residenti.Le vasche termali di San Casciano dei Bagni, la vasca chiusa Lasciata l’auto si procede a piedi fino a che non si incontrano gli antichi lavatoi, oggi in ristrutturazione, a quel punto si segue la destra. Dopo un po’ un viottolo sulla sinistra porta alla prima vasca, quella chiusa, mentre se proseguite la strada conduce direttamente alle altre vasche.

Il percorso dal primo parcheggio è di 750 metri circa e il tempo di percorrenza è all’incirca di una decina di minuti. Per visualizzare la mappa clicca qui.

Nelle vicinanze si trovano anche le vasche di San Casciano dei Bagni e Bagno Vignoni, con la sua vasca termale in mezzo al paese e le terme libere.

 

 

Precedente Cosa fare a settembre in Toscana Successivo Prendere l'aereo con bambini piccoli

Lascia un commento

*