Berat: la città dalle mille finestre

Berat Albania vista da GoricaIn Albania c’è una città in cui sembra sempre di essere sotto lo sguardo indiscreto di qualcuno appostato a una delle mille finestre che danno sulla strada principale: Berat. Il sospetto infatti è che in molti si siano nascosti dietro le piccole finestrelle delle bianche case ottomane per osservare viaggiatori e abitanti della città museo. Queste bianche case con le loro molte finestre accompagnano lo sguardo lungo la collina,  fino al castello. Berat è una delle poche città dell’Albania che durante il regime comunista è stata conservata come se fosse una città museo e pertanto non ha vissuto stravolgimenti. Tutt’ora è possibile ammirare le tipiche case ottomane a due piani, con il secondo piano sporgente, dalle pareti color bianco e con le tegole marroni.Berat Albania Cittadella Castello kala

Berat ha una storia antica e tormentata in cui varie culture si sono intrecciate e susseguite: fondata dagli Illiri fu dominata e occupata da ottomani, bulgari, serbi e turchi. Anche per questo non potete perdervela se viaggiate in Albania!

Tre quartieri da vedere a Berat:

  1. Il castello e la cittadella di Berat (Kala): da cui si gode un bellissimo panorama sulla città! Passeggiate per le vie medioevali, tra le basse case, i panni stesi al sole e le piccole chiese e fermatevi a vedere le bancarelle di artigianato locale.
    Vi consigliamo di rimanere a cena e di ammirare il tramonto quando le chiare case si tingono di rosa e arancione, casomai davanti ad un buon piatto di verdure ripiene e di carne alla brace! Vi sono anche due musei: il museo Onufri e il museo Etnografico che noi non abbiamo visto per mancanza di tempo. La cittadella è raggiungibile in automobile o a piedi con una passeggiata di un quarto d’ora (1 km) in salita, fate attenzione però la strada in pietra è scivolosa! Noi abbiamo avuto la magnifica idea di portarci dietro il passeggino e ci abbiamo messo quasi il doppio del tempo!  Vi consigliamo anche di portarvi dietro una torcia se decidete di rimanere a cena nella cittadella e di scendere quando ormai fa buio.Berat Albania Gorica
  2. Il quartiere di Gorica che sorge sul lato opposto del fiume Osum rispetto al castello, è il quartiere cristiano della città. Può essere raggiunto in macchina o a piedi percorrendo una passerella pedonale che collega il quartiere al centro di Berat, è possibile inoltre raggiungerlo passando dal ponte in pietra a sette arcate costruito nel 1780. È piacevole passeggiare per Gorica, fermarsi ad ammirare vicoletti e case in pietra, fiori e panorami stupendi. Ammirate il Monastero di San Spiridone e la Chiesa di San Tommaso, i più impavidi e fortunati, visto che non è semplice trovare la strada, potranno raggiungere una fortezza illirica.Berat Albania Mangalem
  3. Il quartiere Mangalemi è il quartiere mussulmano e questo si capisce immediatamente dai tre minareti che si vedono svettare, sono infatti le tre moschee che incontrerete passeggiando per le sue strade: la Moschea del Sultano, la Moschea di Piombo, così chiamata per la copertura delle sue cupole e la Moschea degli Scapoli.

Berat si gira comodamente a piedi.

Dove dormire a Berat

Noi abbiamo soggiornato fuori dal centro storico, nella zona che si trova dopo l’Università, alla Guest House Villa Lili, un B&B accogliente e pulito con un bel giardino, dei giochi a disposizione dei bambini e la possibilità di parcheggiare dentro al cancello.Berat Albania bambini Ci abbiamo passato solo una notte ma ci siamo trovati molto bene sia per la disponibilità dei proprietari sia per la calma e la tranquillità del luogo. La colazione che ci ha preparato la signora Lili era ottima e super abbondante con prodotti freschi e fatti da lei. Per chi volesse dormire in una posizione più centrale ci sono numerose sistemazioni sia nel quartiere Mangalemi sia a Gorica.

Berat e i bambini

Se viaggiate con bambini piccoli vi consigliamo di portarvi dietro una fascia e un marsupio  nel caso vogliate arrivare alla cittadella a piedi o vogliate passeggiare per il quartiere Gorica, infatti il passeggino in quel caso può essere un grande impedimento!Berat Albania fiume ponte Vi consigliamo di non far indossare infradito ai bambini (e neppure agli adulti) perchè le strade in pietra possono risultare scivolose!

Come arrivare a Berat

Berat è stata la seconda tappa del nostro viaggio in Albania e l’abbiamo raggiunta in automobile da Tirana da cui dista poco più di 120 km, calcolate che per raggiungerla vi ci vorranno poco meno di 2 ore passando da Durazzo. Nella strada che collega Fier a Berat non stupitevi quando ad un tratto vedrete delinearsi il profilo di una nave, state tranquilli non siete caduti in un buco spazio-temporale è una costruzione in muratura con le sembianze di una barca!Berat Albania moschea

Se vi muovete con i mezzi pubblici ci sono diversi bus e minibus che collegano Berat con le principali città albanesi quali: Tirana, Saranda e  Gjirokaster.

Precedente Sulle tracce della Linea Gotica: Forte Bastione Successivo Castiglion del Terziere

Lascia un commento

*