Il presepio che cresce di Nicosia di Calci

Oggi vi vogliamo parlare di un presepe particolare chiamato Il Presepio che Cresce di Nicosia di Calci, non solo perchè come dice il suo nome è un presepe che si amplia, poichè ogni anno viene aggiunto un personaggio ma anche perchè la sua realizzazione contribuisce a mantenere viva l’attenzione su uno dei luoghi più affascinanti della verde e ridente vallata di Calci.

Sul versante del Monte Pisano che sale ripido verso la Fortezza della Verruca, un castello arroccato su uno sperone roccioso che vi consigliamo di visitare, si trova infatti un antico convento fondato nel XIII secolo che oggi versa in totale stato di abbandono. Il luogo di edificazione del convento fu scelto, anche se a vederlo oggi sembra strano, per “bonificarlo” da briganti, ladri e meretrici.Presepio che cresce di Nicosia di Calci

Il Presepio che cresce di Nicosia di Calci

Al convento si accede attraverso un cancello su cui, dal 24 dicembre alla Befana (quest’anno fino all’8 gennaio, orario di apertura dalle 15 alle 18.15), campeggia un cartello che vi trasporta nella Galilea di duemila anni fa. Alcuni animali da cortile sagomati nel legno scortano il cammino dei visitatori fino ai gradini della chiesa fatti in pietra verrucana. La Chiesa Di Sant’Agostino di Nicosia di Calci, nonostante il degrado del convento che la avvolge è ben conservata, ancora frequentata ed è decorata da affreschi del XVIII-XIX secolo. Seguendo un breve percorso lungo l’unica navata della chiesa si è guidati verso l’annunciazione e poi verso gli albergatori che rifiutarono secondo il Vangelo di Luca, Maria e Giuseppe. Presepio che cresce di Nicosia di CalciSul lato dell’altare si trova infine il grande presepe, corredato oltre che della tradizionale famiglia e dai Re Magi anche da scene di vita quotidiana come il maestro che insegna agli scolari, i raccoglitori di olive, la lavandaia, l’immancabile pescatore e molti altri personaggi  e momenti di vita. Quest’anno è stata aggiunta la statuina del tintore di stoffe.
Una bell’iniziativa che anche se per un breve periodo riesce a riportare alla vita un pezzo di storia di questo territorio.

Vi consigliamo sicuramente una visita, non solo per vedere il bel presepio ma anche per vedere il convento (che però è completamente accessibile solo durante alcuni eventi tra cui la manifestazione “Le camelie nel chiostro”) e la bella natura che lo circonda. Dal convento partono anche alcuni sentieri CAI, uno di essi porta proprio alla Fortezza della Verruca (per maggiori informazioni leggi Trekking sui Monti Pisani). Nelle vicinanze si trovano anche la Certosa di Calci e il Museo di Storia Naturale.

Per essere informati sugli eventi di Nicosia vi segnaliamo la pagina facebook dell’Associazione Nicosia nostra e il loro sito.

Presepio che cresce di Nicosia di CalciPresepio che cresce di Nicosia di Calci
Presepio che cresce di Nicosia di Calci

Presepio che cresce di Nicosia di Calci

Precedente Travel Dreams 2017 Successivo Cosa fare a gennaio in Toscana

Lascia un commento