La scienza a portata di tutti al Muse

Museo della scienza di Trento

Di ritorno dal nostro breve viaggio in Val di Flemme ci siamo fermati a vedere il Muse, il Museo delle Scienze di Trento.
Purtroppo non abbiamo avuto tempo di scoprire le altre meraviglie che riserva la città quindi ci siamo ripromessi di tornare e ci siamo immersi nell’esplorazione di questo stupendo museo.

Ho avuto la fortuna di visitare il Muse con 3 bambini, anzi con 2 bambine e un ragazzino, rispettivamente di 2, 9 e 12 anni e tramite loro ho potuto osservare l’entusiasmo con cui i giovani utenti guardano a questo mondo incantato dove in alcune saleMuse museo della scienza di Trento è possibile provare oggetti, giochi e strumenti per scoprire le leggi che governano la natura, la fisica e la matematica, dove la tecnologia e la sperimentazione rendono concreto e tangibile quanto affrontato sui banchi di scuola e dove è stata creata una sezione per i più piccoli, da 0 a 5 anni.

Il Muse si sviluppa su 5 piani, dal -1 al 4° piano:

  • Piano -1: si ripercorre la storia della vita sulla terra grazie a fossili di flora e fauna, ricostruzioni di scheletri di dinosauri, la nascita dei mammiferi la loro diversificazione per far fronte ai diversi ambienti, l’evoluzione dei primati e dell’uomo, per poi approdare alla sezione dedicata al DNA e infine a quella riguardante le serre tropicali ove potrete ammirare degli acquari popolati da pesci della Tanzania.
  • Piano 0 Science Center e Maxi Ooh! Science CenterMuse museo della scienza di Trento è una sezione in cui si possono sperimentare tramite giochi, prove di equilibrio e suoni i principi delle scienze naturali, di quelle fisiche e matematiche, quando si dice imparare divertendosi! Maxi Ooh! è invece lo spazio dedicato ai più piccoli, essenziale in ogni museo per stimolare anche i giovani esploratori! L’ingresso è a fasce orarie e prevede un pagamento extra di 2 euro (comprensivo di un genitore ed un bambino). All’interno dello spazio occorre togliersi le scarpe e riporle in appositi cassetti a scomparsa (con vero dispiacere della mia piccola rintronauta!), chi non ha i calzini può utilizzare quelli arancioni forniti dal museo. Maxi Ooh! ha tre sfere all’interno dedicate allo sviluppo e alla stimolazione dei sensi con l’uso della tecnologia, la sala centrale è organizzata con sedute e delle poltrone-capanne in cui è possibile rifugiarsi, leggere dei libri insieme o utilizzare dei giochi molto carini in legno e un’ambiente dedicato Muse museo della scienza di Trentoalla merenda con tanto di scalda latte e biscottini per i più golosi e affamati! Noi ci siamo divertite tantissimo a sperimentare e scoprire insieme questo angolo di museo tutto da provare! La parte che Adele (2 anni) ha preferito è stata sicuramente (oltre alla zona merenda) la sfera con i sassi-cuscino e la proiezione del mondo marino!
  • Il Piano 1 è dedicato invece alla vita degli uomini preistorici sulle Alpi con reperti e riproduzioni di figure umane che ci danno l’impressione di aver viaggiato nel tempo! Sarà possibile osservare i laboratori di ricerca e calarsi in una sfera in cui la sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità fanno da padroni.
  • Piano 2: vi siete sempre chiesti come sono nate le Alpi? Allora quest’esposizione è rivolta a voi; tratta infatti della geologia delle dolomiti con tanto di ricostruzione in un acquario della barriera corallina! Proseguendo su questo piano si potrà scoprire di più sulle risorse geologiche e sulla vita di chi con quelle risorse ci ha convissuto per molto tempo: i minatori.IMG-20160805-WA0001 Infine l’ultima sezione di questo piano è rivolta agli eventi calamitosi come le frane e le alluvioni ponendo l’attenzione a come affrontarli.
  • Il Piano 3 è rivolta alla biodiversità e all’unicità della flora e della fauna che si trovano sulle Alpi, viene evidenziato anche come i diversi animali reagiscono al mutamento delle stagioni nella regione alpina. Un bellissimo spazio per i bambini da 5 ai 10 anni è rivolto all’Esplorazione del bosco utilizzando i 5 sensi…divertimento assicurato!
  • Piano 4 riguarda la ricerca e l’esplorazione dei Muse museo della scienza di Trentoghiacciai e delle zone ad alta quota, attenzione perché è stato riprodotto un piccolo ghiacciaio!

Come avrete capito l’entusiasmo non è solo dei piccoli visitatori ma anche dei grandi!

 LEGGI ANCHE: COSA FARE IN VAL DI FIEMME IN ESTATE

 

Orari e ingresso al Muse

Il Muse è aperto dal martedì al Venerdì dalle 10 alle 18 e il Sabato e la Domenica dalle 10 alle 19 , il Lunedì è chiuso.

L’ingresso costa 10 euro intero e 8 euro il ridotto ma sono previste agevolazione per le famiglie. I possessori della FiemmE-motion card hanno l’ingresso gratuito, qui potete consultare tutti coloro che possono entrare gratuitamente. Una curiosità: i ragazzi che 2 giorni prima o 2 giorni dopo il loro 14° compleanno si recano al Muse con un accompagnatore entrano gratuitamente insieme all’accompagnatore, direi che è un’occasione da non perdere!Muse museo della scienza di Trento

L’ingresso al Maxi Ooh! è valevole per 1 ora e costa 2 euro (un genitore e il bambino).Muse museo della scienza di Trento Maxi Ooh!Muse museo della scienza di TrentoMuse museo della scienza di TrentoMuse museo della scienza di Trento

Precedente Viaggio in Rajasthan (India) di 15 giorni Successivo Taj Mahal: la poesia dell'architettura