Fiumi balneabili in Toscana

In Toscana ci sono ancora oggi molti angoli incantati in cui la natura ha creato limpidi specchi d’acqua dove è estremamente piacevole tuffarsi nelle calde giornate d’estate.

fiumi-balneabili-in-ToscanaPrima che il turismo di massa fosse richiamato sempre più dai lidi sabbiosi bagnati dal mare, il fiume era un polo d’attrazione per grandi e piccini. Lungo il fiume Arno, il più importante della Toscana, c’erano molti stabilimenti balneari che poi hanno cessato di esistere a causa della concorrenza marittima e del progressivo inquinamento. Fortunatamente non tutti hanno abbandonato i torrenti e la memoria di questi favolosi angoli che offrono la possibilità di refrigerarsi nelle acque fresche circondati dai rumori della natura.

LEGGI ANCHE: TERME LIBERE IN TOSCANA

Fiumi balneabili in Toscana

Ecco i fiumi che vi consigliamo:

1. Il Masso delle Fanciulle, nei pressi di Pomarance, un fiume incantato con una pozza da dove è possibile tuffarsi e una passeggiata immersa nella natura per raggiungerla. Il suo nome deriva da una leggenda diffusa nei luoghi intorno al fiume (scopri quale). Nelle vicinanze c’è anche la Rocca dei Vescovi, nella riserva del Berignone).

2. La Cascata di Moraduccio sul limpido fiume Santerno. Proprio di fronte alla cascata si trova un piccolo ma interessante borgo abbandonato avvolto dalla vegetazione.

3. La Cascata di Malbacco e il Pozzo della Madonna. I più coraggiosi potranno anche cimentarsi con lo scivolo naturale di Malbacco (cos’è lo scivolo naturale? Leggi il post)La cascata di Malbacco

4. Le Cascate di Candalla, non lontane dal mare queste cascata offrono bei luoghi dove rinfrescarsi dalla calura con un tuffo nella fredda acqua del fiume, riparati dal sole dalla lussureggiante vegetazione. 

5. La Laguna blu sul torrente Lima, una piscina naturale di acqua sorgiva si estende fin dentro le pareti rocciose di un bellissimo canyon, che può essere esplorato in modo divertente e originale grazie al parco avventura allestito nel canyon stesso.

La Laguna blu e il Canyon Park sul torrente Lima

6. La pozza verde sul Torrente Pavone. Un fiume verde che scorre in una gola molto bella, una pozza ampia con la spiaggetta sui lati, tutto questo e molto di più è il Torrente Pavone. Nelle vicinanze si trova Rocca Sillana.il Torrente Pavone7.I pozzi formati dai salti del fiume Evola, nome montaionese del fiume Egola, dove si può nuotare in mezzo alla campagna toscana nei tre pozzi che si susseguono lungo un sentiero del CAI. Un luogo intimo e piacevole, non molto frequentato Un tuffo nel Pozzo Sfondato8. Il Ghiaccione: adatto solo ai più intrepidi per le sue acque gelate, che solo raramente sono scaldate dai raggi del sole.

9. Il torrente Farma scorre tra la provincia di Grosseto e quella di Siena. Parcheggiando l’auto nei pressi di Bagni Petriolo è possibile discendere o risalire il fiume alla ricerca di punti solitari in cui immergersi nelle sue acque verdi (le spiaggette segrete del Farma). Altrimenti potete andare in cerca dei favolosi Canaloni del Farma, tra cascatelle e pozze d’acqua verde. Nei pressi si trova anche il castello di Sassoforte.

10. Il pozzo della Morte e la cascata di rio Buti: a pochi chilometri da Prato alcune belle pozze dove fare il bagno 11. La cascate dell’Acquacheta, sull’Appennino! Un’altro bagno da brivido, sotto una cascata a dir poco strepitosa!La cascate dell'Acquacheta12. Stia: un piccolo parco fluviale dove immergersi nelle freschissime acque dell’Arno vicino alle sue sorgenti. Adatto a grandi e piccini, facilmente raggiungibile.13. Il Corsalone: nel comune di Bibbiena (AR) nei pressi della frazione di Corsalone sull’omonimo fiume. Durante la nostra visita il fiume era piuttosto in secca ma nonostante questo nei pressi delle due cateratte era possibile farsi un bel bagno nelle profonde pozze ai loro piedi.Corsalone14. Gli spettacolari Stretti di Giaredo nel comune di Zum Zeri (MS), forse più adatti al torrentismo che a un bagno rilassante a causa dell’acqua gelida sono sicuramente uno dei posti più curiosi della nostra Toscana

 

stretti di giaredo

15. L’Elsa Viva del comune di Colle Val D’Elsa merita una menzione per la bellezza del luogo che tanto ricorda i cenote messicani.

Abbiamo definito questi fiumi balneabili perchè non ci sono divieti di balneazione e in molti si bagnano nelle loro acque. Non sono state però fatte analisi sulla qualità dell’acqua.

Lista aggiornata il 23/07/2017.

Si raccomanda di tenere sempre un comportamento rispettoso dell’ambiente, di portare via la propria immondizia e di evitare comportamenti incauti, quali allontanarsi troppo dalla riva, stancarsi eccessivamente nuotando, fare il bagno dopo un pasto pesante o il consumo di alcolici.

 

Precedente Skansen di Lublino Successivo Sul Mekong con la slow boat

Lascia un commento

*