Il borgo disabitato di Castelnuovo dei Sabbioni

Tra le numerose e affascinati ghost town della Toscana sicuramente il Castelnuovo dei Sabbioni merita un posto d’onore: non è molto comune infatti che al centro di un paese abbandonato si trovi un museo, aperto e innovativo che illustra in modo interattivo la storia del borgo stesso.Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni

Il borgo minerario di Castelnuovo dei Sabbioni si trova al confine tra le colline del Chianti e la Valdarno, nel comune di Covriglia (Arezzo).

La nascita  di Castelnuovo dei Sabbioni è legata alla decisione di sfruttare i giacimenti di lignite, che nella zona si trovavano anche affioranti. Per ospitare gli operai, che venivano da lontano, infatti agli inizi del novecento furono costruiti degli alloggi che negli anni ’20 saranno trasformati in vere e proprie abitazioni per gli operai minerari e le loro famiglie. Con l’introduzione delle miniere a cielo aperto, che andarono sostituendosi alle miniere sotterranee, l’ambiente fu completamente deturpato, iniziarono le frane che causarono la distruzione di parte del borgo e dei paesi circostanti.Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni

Le case si snodano lungo e intorno alla strada che sale verso la chiesa. Alle spalle della chiesa si trova il lago di Castelnuovo dei Sabbioni.

LEGGI ANCHE: IL BORGO ABBANDONATO DI TOIANO

Alcune case sono quasi completamente ricoperte dalla vegetazione, altre sono meglio conservate e al loro interno quasi tutte custodiscono ancora mobili e oggetti di uso quotidiano. Sulle pareti di alcune case ancora sono presenti le decorazioni apposte durante le riprese del film “Ivo il tardivo”. Ebbene si in questo borgo semi-dimenticato è stato anche girato un film!Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni

A fianco della Chiesa, oggi destinata a sala espositiva e conferenziale, si trova il museo Mine, il museo delle miniere e del territorio, fondamentale per capire appieno l’impatto delle miniere sulla zona e farsi un’idea del passato di Castelnuovo dei Sabbioni. Il museo ha un’allestimento molto interessante ed è interattivo. L’ingresso costa 5 euro (ridotto 3).

FORSE PUÒ INTERESSARTI ANCHE: L’INVISIBILE BORGO DI LUCCHIO

La visita al paese è molto interessante e affascinante, ci auguriamo quanto prima che i progetti per la valorizzazione della zona, che prevedono la creazione di piste ciclabili e la trasformazione del lago in lago balneabile, abbiano presto attuazione.

Attualmente il paese, tranne la strada principale che porta alla chiesa, è recintato ma la recinzione ha notevoli falle e i sentieri nella vegetazioni ci hanno guidato alla sua esplorazione.

NELLE VICINANZE SI TROVA IL BORGO DOVE IL TEMPO SI è FERMATO: LORO CIUFFENNA

Come arrivare a Castelnuovo dei Sabbioni

Uscire dall’autostrada A1 a San Giovanni Valdarno e seguire le indicazioni per Castelnuovo dei Sabbioni. Dal paese recente, sorto a poca distanza del vecchio borgo e abitato ancora oggi da circa mille abitanti, seguite via XXV aprile e arriverete di fronte al cancello del borgo.Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni

Si raccomanda sempre di controllare gli orari di accesso al museo e quindi al borgo, una volta abbiamo trovato chiuso il cancello.

ORARIO DI APERTURA DEL MUSEO

Da martedì a domenica  ore 10.00-13.00 sabato e domenica ore  15.00-18.00.

Chiuso il lunedì

Aperto il: 6 Gennaio, Lunedi dell’Angelo, 25 Aprile, 2 Giugno, 8 Dicembre

Chiuso: 1 Gennaio, Pasqua, 1 Maggio, 15 Agosto, 25 e 26 Dicembre.

 

 

Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni

Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni Il borgo abbandonato di Castelnuovo dei Sabbioni

Precedente Itinerario insolito alla scoperta della vera Istanbul: Fatih, Fener, Balat Successivo Perchè visitare il Montenegro

Lascia un commento

*