Cosa fare per Pasqua in Toscana

Natale con i tuoi Pasqua con chi vuoi, recita il proverbio: voi avete già deciso cosa farete e con chi passerete la Pasqua? Noi si, parteciperemo ad un viaggio di due giorni a piedi organizzato in occasione della Festa dei Camminanti a Vicopisano. Se anche a voi piace camminare non vi resta che andare a vedere il programma della festa e trovare tra i 65 eventi gratuiti quello che fa per voi! Per gli amanti del trekking e delle escursioni c’è un’altra manifestazione da prendere in considerazione: la Festa del Camminare a Corfino (Lu), nel Parco Nazionale dell’Appennino Toscano, anche in questo caso molti sono gli eventi gratuiti.Cosa fare per pasqua in Toscana

Sempre nel Lucchese è possibile partecipare alla Mostra Antiche Camelie della Lucchesia nel Borgo delle Camelie (San Andrea e Pieve di Compito), durante la quale sarà possibile accedere ai giardini di ville storiche, fare passeggiate, degustazioni e partecipare all’antica cerimonia del tè giapponese. Una manifestazione giunta alla XXVII edizione, che saprà sorprendervi con la sua variegata offerta.

A Pisa quest’anno il Capodanno Pisano cade in concomitanza con la Pasqua, quale occasione migliore per visitare la città della Torre Pendente? L’ingresso, con nove mesi di anticipo sul resto del mondo, nel 2017 sarà festeggiato con manifestazioni e celebrazioni tipiche.

A Firenze invece la Pasqua sarà celebrata con il tradizionale scoppio del carro, festa folcloristica che celebra la presa di Gerusalemme da parte di alcuni crociati fiorentini e i musei saranno aperti in via straordinaria il lunedì di Pasquetta.

Nella notte del Venerdì Santo a Chianciano Terme si tiene una processione tradizionale, chiamata la Giudeata, durante la quale ben 150 figuranti sfilano tra le vie del paese: Erode e Erodiade, soldati romani, la Madonna, Ponzio Pilato, i membri del Sinedrio…non mancherà proprio nessuno!

Molto interessante è l’openweek della Valdinievole che si terrà dal 26 marzo al 3 aprile: un’occasione per conoscere meglio questo territorio noto soprattutto per il Parco di Pinocchio e per aver dato i natali a Leonardo da Vinci. Degustazioni per conoscere le eccellenze del territorio, percorsi di cicloturismo e di trekking, nonchè giri in autobus alla scoperta delle meraviglie di questo territorio come i castelli della Svizzera Pesciatina e le aree protette del Padule di Fucecchio. Sono previste anche visite guidate gratuite e aperture straordinarie di ville, musei e parchi. Per il calendario cliccate qui.

Numerose sono anche le mostre che saranno aperte dall’ultima settimana di Marzo in Toscana: prime su tutte le due mostre organizzate a Firenze: la mostra “Da Kandinsky a Pollock la grande dei Guggenheim” presso Palazzo Strozzi e quella su “Andy Warhol fotografato da Aurelio Amendola. New York 1977 e 1986” nella Sala del Camino al Piano Nobile degli Uffizi. Due mostre avranno invece come tema gli etruschi: presso il MAEC di Cortona sarà infatti allestita la mostra “Gli Etruschi maestri di scrittura, società e cultura nell’Italia Antica” che esporrà reperti come la mummia di Zagabria e le lamine di Pyrgi, documenti fodamentali per lo studio della scrittura etrusca, mentre a Prato si terrà  una mostra sugli etruschi insediatisi nell’alto bacino dell’Arno: “L’ombra degli Etruschi. Simboli di un popolo fra pianura e collina”. Gli appassionati di fotografia non potranno invece perdersi la mostra alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Raffaele De Grada “Robert Capa in Italia”, grazie alla quale sarà possibile ripercorrere l’arrivo degli alleati in Italia con lo sguardo del grande fotoreporter.

Se invece avete voglia di gironzolare in santa pace da soli alla scoperta di luoghi più o meno conosciuti della Toscana non vi resta che spulciare il nostro blog, sicuramente troverete suggerimenti per tutti i gusti!!!

Ricordiamo inoltre che l’accesso alla Acropoli di Populonia e Baratti sarà gratuito con visite guidate che illustreranno i risultati dei lavori e degli scavi archeologici in corso. Un’ottima scusa per visitare un golfo stupendo!

 

Cosa fare per Pasqua in Toscana

 

 

 

 

 

 

 

Precedente Bagnone: uno dei borghi più belli di Toscana Successivo Il monastero tra le rocce: il Monastero di Ostrog

Lascia un commento