Tempio di Minerva Medica

Il Tempio di Minerva Medica si trova vicino al piccolo e carino paese di Montefoscoli (Provincia di Pisa, Toscana), non lontano dalla residenza dei Vaccà-Berlinghieri, dove ora è ospitata anche la mostra permanente sulla civiltà contadina.Tempio di Minerva Medica

Il tempio è immerso in un boschetto di lecci e fu costruito nella prima metà del XIX secolo per volontà di Andrea Vaccà Berlinghieri, celebre medico dell’Università di Pisa che poteva vantare tra le sue pazienti anche Elisa Bonaparte, la sorella di Napoleone. Il suo intento era quello di celebrare il padre e la professione medica che avevano in comune.

LEGGI ANCHE: UNA PASSEGGIATA AL CHIARO DI LUNA AL TEMPIO DI MINERVA

Tempio di Minerva Medica

L’interno della struttura è aperta al pubblico solo raramente. Dall’esterno l’edificio si presenta con la forma di un tempio in antis con otto colonne ioniche.

La singolarità della costruzione ha dato adito, nel tempo, a speculazioni di vario genere sul suo uso. Per alcuni fu un luogo di ritrovo massonico, mentre per altri Andrea Vaccà Berlinghieri lo costruì per potervi fare i suoi esperimenti sui defunti in santa pace. Alcune teorie affermano che Mary Shelley per scrivere Frankenstein si sia ispirata al dottore che cercava di ridare vita ai morti (in una stanza sotterranea del tempietto) attraverso alcune scosse elettriche (galvanismo) convogliate sul “paziente” grazie ad un parafulmine collocato sul tetto (i due sembra che si siano effettivamente conosciuti). Secondo questa teoria quindi la nascita di quest’opera letteraria sarebbe avvenuta proprio nel Tempio di Minerva a Montefoscoli. Per approfondire questo argomento clicca qui. Anche una puntata televisiva della trasmissione Mistero è stata dedicata all’approfondimento di questo tema.Tempio di Minerva Medica

L’idea di Frankenstein sarebbe dunque nata a Montefoscoli? Questa particolare tesi aggiunge suggestione e fascino alla singolare costruzione ma indipendentemente da ciò è bello sedersi sui gradoni mentre il sole tramonta e l’ultima luce filtra tra le chiome dei lecci e illumina quel tempio misterioso e apparentemente fuori luogo. Rimaniamo lì a fissare le ombre che si allungano e a riflettere sulla natura del Tempio di Minerva.

A volte è possibile accedere all’interno del tempio, noi ce l’abbiamo fatta ad ammirare la volta decorata con un cielo stellato lo scorso ottobre in occasione della manifestazione organizzata dall’Associazione Didatticarci, per la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. Il Gruppo Culturale “Ippolito Rosellini” organizza visite guidate durante le notti di luna piena, il tempio è inoltre a disposizione per organizzarvi eventi culturali e feste, per maggiori informazioni potete consultare il sito.

Come arrivare al Tempio di Minerva

Seguire la strada che da Montefoscoli conduce a Palaia. Ad un certo punto sulla sinistra c’è un cartello di legno, in prossimità di un edicola dedicata alla Madonna, che indica il Tempio di Minerva.

Potete seguirci su facebook: https://www.facebook.com/irintronauti e su

twitter: https://twitter.com/irintronauti .

I commenti sono chiusi.