Cosa metto in valigia?

Visto che ogni momento è buono per partire oggi abbiamo deciso di scrivere un post con qualche consiglio su come preparare un bagaglio.

La preparazione del bagaglio prima di un viaggio è fondamentale e ci sono delle regole da seguire per non ritrovarsi con zaini enormi in spalla pieni di oggetti inutili. Per prima cosa, sembra un’ovvietà, ma non lo è, prendere in considerazione il clima della zona che si intende visitare: andare in Thailandia a maggio con una felpa pesante è inutile oppure andare nei Paesi Baschi a luglio senza è da incoscienti. Fatta questa premessa ecco i nostri consigli.

Cosa metto in valigia?

  • viaggiate leggeri e portate solo gli indumenti necessari, se andate una  settimana non servono 12 t-shirt, anzi meglio comprare un sapone per lavare di volta in volta gli abiti e la biancheria sporca piuttosto che avere lo zaino pieno di indumenti sporchi (che faranno puzzare pure quelli puliti). Ad esempio per un viaggio di 15 giorni 5 t-shirt sono sufficienti, magari approfittate della tappa più lunga che fate nello stesso posto per lavare tutto. Ricordate che comprare una maglietta o un paio di calzini durante il viaggio non è un dramma.
  • Arrotolare i vestiti anziché piegarli: magari legandoli con un laccio (che potrete usare per stendere gli abiti dopo averli lavati), prendono meno posto, rimangono più in ordine e meno sgualciti.
  • Non vi portate la guida cartacea del paese che state visitando: scaricate la guida sul telefono, così potrete portarvi un bel libro da leggere nei tempi morti.
  • Con un paio di buone scarpe da trekking e un paio di infradito arriverete ovunque.
  • Portate indumenti che permettono di vestirsi “a cipolla”: una camicia e una felpa leggera sono meglio di una felpa pesante e nel caso fanno più caldo.
  • Meno oggetti di valore portate meglio è: ovunque andiate mantenere un profilo basso è sempre consigliato, sbandierare un telefono di ultima generazione in certi quartieri non è una buona idea.
  • Portate uno zainetto piccolo (servirà anche per celare l’eventuale macchina fotografica dove non vi sembra il caso di tenerla in bella vista al collo).
  • Portate una borsetta da tenere al collo con i soldi e documenti da celare sotto i vestiti: non avrete problemi almeno con scippi e borseggi soprattutto nei luoghi affollati come bus o metropolitane. Il classico portafoglio nella tasca dietro dei pantaloni è un invito al furto e segnala che siete un po’ sprovveduti.
  • Portare un telo termico: anche se dormite in ostelli, hotel o guest house non si sa mai; in più copre dalla pioggia o potete usarlo come tendalino parasole al mare.
  • Portate asciugamani in poliestere: occupano pochissimo spazio e asciugano velocemente.
  • Non portate la borsa della macchina fotografica: occupa un sacco di spazio e segnala che avete un oggetto costoso con voi, meglio riporla dentro una borsa di plastica a prova d’acqua avvolta in una kefia o una sciarpa cosicché sarà protetta dalle intemperie e dagli urti.
  • Munitevi di patente internazionale di guida: anche se non avete messo in preventivo il noleggio di un auto non si sa mai, con le marche da bollo costa circa 50 euro se vi affidate a un agenzia per le pratiche automobilistiche un po’ di più (ma evita ore passate alla motorizzazione civile)
  • Un po’ di spazio lasciatelo per le medicine, uno shampoo, la matita per gli occhi (pare che una borsa di trucchi sia eccessiva), una penna, salviette deumidificate (utili in mille occasioni!) e un quadernino dove annotare le spese e tutte le vicende inerenti al viaggio.

E ora…buona partenza!!!!

Precedente Il borgo dove il tempo si è fermato: Loro Ciuffenna Successivo Ostia Antica: un tuffo nel passato

Lascia un commento

*