Cosa fare il 25 aprile in Toscana

Il 25 aprile si va in giro, ormai questa è diventata una consuetudine consolidata. Il problema che si ripropone ogni anno è però dove andare. Tutto è affollato e poi muovendosi in gruppo è difficile accontentare tutti! Per facilitarvi nell’annosa scelta vi suggeriamo alcuni eventi che si terranno in Toscana in quella data. Quest’anno il 25 aprile cade di lunedì, quindi è possibile pensare a soluzioni anche più lunghe di una giornata: una di esse può essere il soggiorno naturalistico  presso il Casale della Lipu sulle rive del lago di Massaciuccoli, che si terrà dal 22 al 25 aprile, le attività proposte sono birdwatching, passeggiate alla scoperta dell’ecosistema del lago di Massaciuccoli e del parco di San Rossore, un modo per recuperare il contatto con la natura e vivere la primavera a 360°.Cosa fare il 25 aprile in Toscana

Gli appassionati delle due ruote e in particolare gli amanti della Vespa non vorranno perdersi le celebrazioni per il settantesimo anniversario del celebre e intramontabile scooter uscito dalla penna di Corradino D’Ascanio. A Pontedera (Pisa), dove a sede la fabbrica della Piaggio, si terra infatti un raduno di vespisti da tutta Italia e da tutta Europa: i partecipanti potranno visitare lo stabilimento della Piaggio, il Museo, partecipare a cene di gala, a tour in Vespa (ovviamente!) sulle Colline della Valdera e a Pisa e a gare di abilità in sella alla mitica due ruote. La sera del 24 aprile si terrà il concerto aperto a tutti di Enrico Ruggeri.

Se volete fare un passo indietro nel tempo potete decidere di viaggiare con un treno a vapore tra le campagne senesi godendo di paesaggi mozzafiato cullati da sbuffi e fischi del Treno Natura. Il 25 aprile a Castiglione d’Orcia arriverà infatti da Siena il Treno Primavera “La bella stagione ai piedi del castello”.

Nell’Arcipelago Toscano invece potrete partecipare al Festival del Camminare che si terrà dal 2 aprile al 1° maggio durante il quale è possibile scegliere se partecipare a passeggiate storiche, culturali, naturalistiche o enogastronomiche. Il 25 aprile potrete scegliere tra gustare ed assaporare i prodotti tipici dell’Arcipelago Toscano durante il Festival dei sapori che si svolgerà sull’isola di Capraia e tra due camminate: il sentiero del reganico (isola di Capraia) e la camminata all’isola d’Elba alla scoperta di se stessi .

Un’altra occasione di passeggiare conoscendo meglio il territorio è offerta dall’Associzione Piedi in Cammino che vi condurrà alla scoperta di un tratto del Serchio avendo come sfondo il Monte Pisano effettuando un percorso ad anello della durata di circa due ore con partenza e arrivo da Pontasserchio (Pi), per costi e informazioni aggiuntive cliccate qui.

Dal 23 aprile al 1°maggio a Firenze vi sarà l’ormai tradizionale Mostra Internazionale dell’Artigianato dove potrete ammirare e conoscere artigiani locali e non all’opera, dove la tradizione si incontra con la sperimentazione in una cornice alquanto affascinante: la Fortezza da Basso!

Se invece siete interessati a rievocazioni storiche sulla liberazione dell’Italia dai fascisti e dai nazisti potete partecipare dal 23 al 25 aprile alla Colonna della Libertà con partenza da Selvazzano Dentro organizzato da Gotica Toscana.

 

Qualche altra idea!

 

Lo scorso anno siamo andati in visita al piccolo borgo di Vinca, sulle Alpi Apuane, teatro di un terribile eccidio, poco noto al grande pubblico: un modo per ricordare l’atrocità della guerra passeggiando in un bellissimo scenario montano.

Ideale per una giornata tra natura, cultura e divertimento è una visita al parco artistico del Giardino dei Tarocchi, in provincia di Grosseto magari abbinata ad una girata sul promontorio dell’Argentario o una scampagnata a San Galgano, dove si può passare una piacevole giornata giocando e riposandosi sui verdi prati avendo come sfondo la straordinaria chiesa senza tetto. E non dimenticate che avrete pure la possibilità di vedere la misteriosa spada nella roccia!

Se preferite la solitudine allora vi suggeriamo di prendere in considerazione alcuni paesi abbandonati come Lucchio, Toiano e Villa Saletta, l’antico paese medievale di Castelvecchio o la città perduta di Vitozza (per maggiori informazioni leggi: I luoghi abbandonati di Toscana). Sul blog troverete molte altre idee!

 

 

 

 

Precedente Il campo di concentramento di Colle di Compito Successivo Volubilis: un'antica città romana in Marocco

Lascia un commento