La villa abbandonata di Mirabella

Qualche giorno fa, sfogliando un giornale locale, ci siamo imbattuti in un articolo che parlava di questa splendida villa dimenticata sulle colline livornesi.Villa Mirabella, GabbroVilla Mirabella è adagiata su una collina nei pressi del paese di Gabbro (LI) seminascosta dalla vegetazione e in totale stato di abbandono, ma questo non vi deve scoraggiare perchè il suo interno nasconde delle piacevoli sorprese. La villa attualmente è di proprietà comunale e la visita (con le dovute precauzioni) è libera, il cartello al suo ingresso: “edificio pericolante” non mente, ma si può esplorare in relativa sicurezza.

SE TI PIACCIONO I LUOGHI ABBANDONATI LEGGI ANCHE: #MYABANDONEDPLACES: LUOGHI ABBANDONATI IN TOSCANA
Villa Mirabella, Gabbro

Villa Mirabella, costruita nel 1761 dalla famiglia Fonyet (poi Finocchietti) fu anche lazzeretto nei primi anni del XX secolo durante l’epidemia di febbre spagnola e fu donata al comune di Rosignano nel 1984: purtroppo però negli ultimi trent’anni i vari tentativi di recupero sono rimasti sulla carta.Ad oggi grazie anche a i blogger di Viaggiare Oltre sembra che si sia risvegliato l’interesse per uno degli esempi più belli e rari di villa del suo genere.Villa Mirabella, Gabbro

Salendo dalla stradina sterrata tra ulivi e cipressi pian piano si manifesta l’edificio nella sua imponente figura, giunti al cancello di ingresso preceduto da una breve scalinata si capisce che l’intenzione del proprietario era quello di stupire i suoi ospiti e di palesare il proprio rango. Anche oggi nonostante l’erba alta e i serpentelli che scappano qua e là la suggestione rimane. Villa Mirabella, GabbroDal cortile prospiciente l’ingresso si può accedere soltanto a ex locali di servizio come le stalle e non si capisce bene come entrare all’interno, i piccioni, ormai gli unici abitanti di Villa Mirabella ci osservano incuriositi dai nidi costruiti sulla facciata. Dopo qualche tentativo andato a vuoto troviamo l’accesso al cortile principale attraverso una delle due torrette poste sul retro rispetto alla scalinata di accesso.

LEGGI ANCHE: COME VISITARE L’ISOLA DI MONTECRISTO

Come in altre ville dello stesso periodo troviamo nel giardino elementi neomedioevali come la splendida torre a più piani e un muro di recinzione merlato che delimitava la proprietà. Si può salire un paio di piani della torre più alta, facendo molta attenzione a causa dei detriti sulle scale e ammirare la villa da una delle sue finestrelle.Entrati finalmente nel salone principale non si può non rimanere affascinati dagli splendidi affreschi, peraltro ben conservati nonostante l’incuria, in un’ambiente che incute un senso di riverenza che, non so perchè, ci fa parlare a bassa voce.

C’è anche una piccola cappella, anch’essa affrescata. Nella seconda sala, ancora più grande della prima, un bellissimo soffitto in legno a cassettoni evidentemente troppo complicato da rubare: si sa quando un bene è di tutti c’è chi si prodiga per portarsene via un pezzetto, infatti il pavimento è stato rubato in toto.Villa Mirabella, Gabbro

La luce che entra attraverso le persiane e illumina gli affreschi dona un carisma particolare a Villa Mirabella, ma nonostante il fascino indiscutibile che hanno tutti i luoghi abbandonati speriamo vivamente che questo splendida villa possa tornare fruibile dalla comunità e magari funga da traino per l’industria turistica di questa zona della Toscana pressochè sconosciuta.
Come arrivare a villa Mirabella

Salendo verso il paese di Gabbro dalla ss206 (Emilia) subito prima dell’inizio dell’abitato si può scorgere sulla sinistra la facciata della villa su una bassa collina, al primo bivio utile a sinistra nei pressi di due cartelli del CAI si scende sulla stradina (località Miramare). Si prosegue meno di un chilometro fino a due cartelli CAI sulla sinistra e si parcheggia l’auto. Si scende lungo la strada che dopo un centinaio di metri diventa un sentiero mantenendo sempre la sinistra, oltrepassati alcuni campi coltivati di fronte a una casa (proprietà privata) si trova sulla sinistra la vecchia strada tra ulivi e cipressi che porta all’ingresso della villa.
Villa Mirabella, Gabbro Villa Mirabella, Gabbro, panorama Villa Mirabella, Gabbro Villa Mirabella, Gabbro

Villa Mirabella, Gabbro Villa Mirabella, Gabbro. I cartelli presso cui parcheggiare l'auto

I commenti sono chiusi.