Consigli per viaggiare fai-da-te e low cost

Vuoi partire per un viaggio ma non hai molti soldi a disposizione e non  hai mai organizzato un viaggio fa-da-te? Quando avrai finito di leggere questo post avrai le idee più chiare su come fare.

Quando si organizza un viaggio fai-da-te per sé stessi o per i propri familiare e amici si è sempre alla ricerca di qualche accorgimento per riuscire a risparmiare qualche soldo.

Viaggiare fai-da-te e low cost

Ecco alcuni espedienti che usiamo noi Rintronauti per

Viaggiare fai-da-te e low cost

.

Come prenotare il volo aereo più economico?

Il volo aereo è di solito una delle voci più costose da considerare. Noi di solito usiamo www.jetcost.it, un motore di ricerca efficientissimo che mostra le compagnie più economiche per la tratta presa in considerazione (è l’unico che prende in considerazione tutte le compagnie e i motori di ricerca). Spuntando l’opzione date flessibili è possibile anche farsi un’idea dei giorni in cui si può risparmiare qualcosina. Dopo aver analizzato le varie proposte di Jet Cost cerchiamo direttamente sul sito delle compagnie aeree più economiche i voli cui siamo interessati. E spesso i prezzi scendono ancora. Da aggiungere al prezzo finale di questi motori di ricerca (Jet Cost, Rumbo, Skyscanner…) c’è una commissione dalle 60 euro in su che compare soltanto al momento di selezionare il metodo di pagamento.

Aeroporti come Roma e Milano sono sicuramente più serviti e offrono prezzi più interessanti, ma a meno che non abitiate in una di queste due città, dovete ricordarvi di considerare anche le spese per raggiungere l’aeroporto. Noi spesso preferiamo partire da Pisa, infatti anche se il volo viene un po’ di più, alla fine ci conviene. Da ricordare che spesso anche aeroporti di secondaria importanza offrono tratte interessanti.

Spesso consultiamo anche lastminute.it, che a volte offre soluzioni più economiche combinando voli di compagnie differenti (in questo caso è inutile poi andare a vedere direttamente sul sito, i prezzi saranno più alti sicuramente).

RISPARMIA 15 EURO CON LA TUA PROSSIMA PRENOTAZIONE SU BOOKING PER INFO CLICCA QUI

Uno strumento utile sia per i voli aerei, che spesso per le sistemazioni è www.piratinviaggio.it, un sito che da indicazioni su tratte economiche e sconti per gli hotel o gli appartamenti e ti dice come fare per sfruttarli. Se volete partire non dimenticatevi di consultarlo.

Utile per scegliere i posti sull’aereo e per avere informazioni e consigli dagli altri utenti e il sito www.seatguru.com .

Come definire l’itinerario?

Prima di acquistare un volo e quindi decidere in modo definitivo la meta del nostro viaggio, consultiamo il sito www.viaggiaresicuri.it e poi ci rechiamo in biblioteca e prendiamo in prestito le guide disponibili sulla nostra destinazione, in modo da farci un’idea sulla fattibilità del viaggio in base al nostro budjet, alla stagione ed al tempo a disposizione. Le prime cosa di cui accertarsi sono il clima del paese o della zona scelta e gli eventuali vaccini obbligatori o consigliati.
In seguito, acquistiamo la guida della Lonely Planet che affiancata alle ricerche su internet su siti come TripAdvisor, la Lonely Planet, Turisti per Caso ci permette di definire il nostro itinerario. Per avere informazioni pratiche e utili durante il viaggio (come arrivare dall’aeroporto al centro città, come spostarsi da una città all’altra) consultiamo oltre ai siti sopra menzionati anche alcuni blog, che spesso sono ricchi di informazioni e di idee.

Ricordatevi di registrare il vostro viaggio all’estero su www.dovesiamonelmondo.it .

Come trovare da dormire?

Per prenotare una sistemazione per la notte ci rivolgiamo spesso a www.booking.it, il comodo sito che offre la possibilità di scegliere l’hotel o il b&b avendo sott’occhio il prezzo del pernottamento, le foto della struttura, i servizi e i giudizi dei clienti. I giudizi sono molto attendibili perché possono essere scritti solo da chi è stato effettivamente nella struttura, dopo aver prenotato con booking.it. utile risulta anche trip advisor. È possibile fare lo stesso giochino che abbiamo consigliato per i voli aerei, andare cioè a guardare direttamente sul sito della struttura prescelta, ma facendo in questo modo non è possibile godere della possibilità che da booking.it di poter cancellare senza costi la prenotazione. Se vuoi risparmiare 15 euro per la tua prossima prenotazione su booking, prenota dopo aver cliccato su questo link. Molto utile è anche Airbnb che permette di trovare soluzioni interessanti.

Essere vicini ai mezzi pubblici e scegliere un luogo centrale rispetto alle destinazioni scelte permette di ridurre ulteriormente il budjet.

Per week-end o brevi soggiorni in Italia abbiamo anche acquistato dei coupon su Groupon.it, e su Grupalia, risparmiando notevolmente. Se non avete problemi di date questa è sicuramente una soluzione da prendere in considerazione, in alcuni casi si possono trovare proposte comprensive sia del pernottamento che della cena a prezzi molto interessanti.

Un’altra soluzione low-cost è scegliere di dormire in qualche piccolo camping, se avete già l’attrezzatura da campeggio!

Come organizzare gli spostamenti?

A volte è indispensabile noleggiare un’ automobile per visitare i luoghi non raggiungibili con i mezzi pubblici, ma riuscire a ridurre all’indispensabile i giorni del noleggio farà sorridere il vostro portafoglio e vi permetterà di entrare più in contatto con la gente del posto.

Per prenotare l’automobile di solito usiamo siti come rentalcars.com o i siti delle compagnie di autonoleggio. È sempre bene spulciare le condizioni poiché spesso sono richieste due carte di credito intestate alla solita persona per il noleggio. In Cappadocia (Turchia) abbiamo risparmiato notevolmente affittandola in loco da un autonoleggio locale: non è stato necessario neppure lasciare la carta di credito come garanzia. Ricordatevi inoltre che se prendete la macchina per più di 14 giorni generalmente si abbassa il costo giornaliero, quindi talvolta conviene prenderla per 15 giorni anziché per 13!

Se dovete effettuare dei lunghi spostamenti è più conveniente prenotare un volo interno con una compagnia low-cost, inoltre per le lunghe tratte potete economizzare viaggiando di notte.

Come scegliere le attrazioni da vedere?

Risparmiare sulle attrazioni invece non è cosa molto facile. In alcune città è possibile acquistare delle card che con una somma forfettaria permettono l’uso dei mezzi pubblici e l’ingresso in alcuni musei e parchi, ma se non avete intenzione di visitare tutto è difficile che vi convengano (in base alla nostra esperienza, è giusto valutare caso per caso). In alcuni stati come l’Italia e la Polonia è possibile visitare le attrazioni gratuitamente in alcuni giorni, quindi è bene informarsi. Se siete universitari vi conviene portarvi dietro qualcosa che attesti la vostra condizione di studenti (meglio se vi portate la ricevuta del pagamento delle tasse), avrete così diritto a sconti e ingressi ridotti. Ricordo agli studenti del Corso di Laurea di Beni Culturali ed a tutti i docenti che hanno la possibilità di entrare gratis nei musei italiani.

 

 

Precedente La spada nella roccia e l'abbazia senza tetto Successivo Il Ghiaccione

Lascia un commento

*