Due Tombe etrusche a Volterra: Tomba Inghirami e Tomba Bianchi

Due Tombe etrusche a Volterra: Tomba Inghirami e Tomba Bianchi

Volterra è una delle città toscane il cui passato etrusco è illustre e noto: come dimostrano le fonti letterarie, oltre che gli scavi dell’Acropoli e il bellissimo Museo Guarnacci. Poche sono però le tombe rinvenute e ancora visitabili nel suo territorio. Le numerose necropoli note sono infatti state depredate e... Continua »
Sassa, Querceto e Canneto: tre borghi in Val di Cecina da visitare

Sassa, Querceto e Canneto: tre borghi in Val di Cecina da visitare

La Val di Cecina è una delle regioni interne della Toscana che ci piacciono di più: lontana dai circuiti turistici di massa, ha un paesaggio riccamente variegato (si passa dalle dolci colline, alle fumarole, ai calanchi, ai boschi con una facilità estrema) e riesce sempre a regalarci qualche sorpresa: non... Continua »
Castel di Celsa e i suoi stupendi colori autunnali

Castel di Celsa e i suoi stupendi colori autunnali

Uno dei luoghi più sorprendenti della Montagnola sensese e della Val d’Elsa è Castel di Celsa, un sontuoso e raffinato edificio dal sapore vagamente britannico, praticamente invisibile dalla strada. Castel di Celsa è immerso in un bosco di caprini, lecci e castagni, che si diradano intorno alla proprietà fino a... Continua »
Santa Fiora: un borgo magico

Santa Fiora: un borgo magico

Adagiato sulle pendici del Monte Amiata, il borgo di Santa Fiora sembra stringere in un forte abbraccio i suoi maggiori tesori: i resti dell’antico castello Aldobrandesco e la peschiera più a valle. Le sue case medievali, le stradine strette e tortuose che conducono ai terzieri e al borgo, hanno effetto... Continua »
Grotte di Devetashka e le cascate di Krushuna

Grotte di Devetashka e le cascate di Krushuna

Se siete nei pressi del tranquillo e tradizionale paese di Lovech, in Bulgaria, ecco due escursioni che non potete assolutamente perdervi: le grotte di Devetashka e le cascate di Krushuna, la prima a meno di 20 minuti da Lovech la seconda a circa 40 minuti dalla cittadina. LEGGI ANCHE: ITINERARIO... Continua »
Il Profeta dell’Amiata, la Torre Giurisdavidica e il Monte Labbro

Il Profeta dell’Amiata, la Torre Giurisdavidica e il Monte Labbro

Su una delle vette del Monte Amiata, il Monte Labbro si nascondono le traccie di un movimento profetico e messianico della seconda metà del 1800 fondato dal predicatore David Lazzeretti. Seguendo infatti un breve percorso si arriva sulla spoglia cima del Monte Labbro dove, sul punto più alto, a 1193... Continua »
Vitorchiano: tra Moai e medioevo

Vitorchiano: tra Moai e medioevo

Difeso da torri, mura merlate e dagli spettacolari strapiombi su cui sorge, il borgo di Vitorchiano sembra essere riuscito a rimanere in una bolla temporale, lasciando fuori il presente e la modernità. Una volta oltrepassata Porta Romana infatti si ha la sensazione di essere tornati nel medioevo: tutto il paese... Continua »
Il Castello Malaspina di Massa

Il Castello Malaspina di Massa

Su uno sperone roccioso che domina la costa massese si trova il Castello Malaspina di Massa. Seppure non sia tra i più celebri castelli appartenuti alla nobile famiglia Malaspina è molto interessante poiché, tra le sue possenti mura, racchiude tre differenti aspetti difficili da trovare unitamente: la parte prettamente militare... Continua »
La miniera di mercurio di Abbadia San Salvatore

La miniera di mercurio di Abbadia San Salvatore

Nelle viscere del Monte Amiata, vulcano spento sotto la cui mole ribolle ancora il magma, si trova una enorme miniera di mercurio e cinabro: la Miniera di Abbadia San Salvatore, oggi visitabile grazie allo splendido progetto di valorizzazione che l’ha trasformata in Parco Miniera. All’ingresso dei carrellini arrugginiti per il... Continua »
Campocatino e l’Eremo di San Viviano

Campocatino e l’Eremo di San Viviano

Appena i contorni di Campocatino ci appaiono dobbiamo stroppicciarci gli occhi: il verde dell’erba, le casette in pietra restaurate e le montagne che lo circondano ci illudono per un attimo che la stretta stradina asfaltata ci abbia misteriosamente condotto sulle Dolomiti. In realtà siamo sulle Alpi Apuane, sopra il lago... Continua »
Stia: un bagno dell’Arno

Stia: un bagno dell’Arno

Finalmente dopo anni di peregrinazioni in giro per la Toscana abbiamo avuto il nostro battesimo di toscani DOC con un bagno nell’Arno…!! Si può chiedere di meglio? Se vi state chiedendo se ci siamo caduti dentro per errore vi rispondiamo subito di no: in realtà ci siamo manzonianamente risciacquati dal... Continua »
Le spiaggette segrete del Farma

Le spiaggette segrete del Farma

Vi abbiamo già parlato del fiume Farma quando abbiamo raccontato del bagno fatto nei suoi canaloni, belle vasche naturali scavate nella roccia dalle acque del torrente. Oggi vogliamo parlarvi di un tratto altrettanto bello, ma molto diverso. Il fiume, qui, gorgoglia nel suo letto ricco di ciottoli, sassi levigati e... Continua »
Il sito rupestre di Sutri

Il sito rupestre di Sutri

Oltre le mura merlate le piazzette e gli stretti vicoli di Sutri, appena al di fuori del borgo, si trovano necropoli rupestri, vie cave etrusche, un anfiteatro interamente scavato nel tufo, una villa con giardino all’italiana, i resti di un castello di Carlo Magno e una una chiesa affrescata sorta... Continua »
Il Pozzo della Morte e la Cascata di Rio Buti

Il Pozzo della Morte e la Cascata di Rio Buti

Immerso in un bosco fitto e rigoglioso, a pochi chilometri dal centro di Prato, scorre il torrente Rio Buti, affluente di sinistra del più noto Bisenzio. Per la sua vicinanza alla città il fiume è molto frequentato dai pratesi. LEGGI ANCHE: L’ELSA VIVA: IL FIUME TURCHESE Durante la sua ripida discesa... Continua »