San Gimignano

Dopo circa sei anni siamo tornati a San Gimignano (Provincia di Siena, Toscana): l’ultima volta che ci siamo stati rimanemmo non piacevolmente colpiti dall’estremo sfruttamento turistico della città e la criticammo perchè ci era apparsa un po’ “finta”, un salotto buono ad uso e consumo dei turisti e poco vissuta dai locali.

San GimignanoQuesta volta arriviamo dalla strada che arriva da Montaione, San Gimignano ci appare all’orizzonte arroccata su una collinetta, con le sue sedici alte torri che si librano nel cielo azzurro. Uno spettacolo che doveva essere ancora più emozionante nel medioevo quando le torri, che erano costruite dalle famiglie più abbienti per dimostrare la loro potenza come una sorta di status symbol, erano 72. Il soldato o il mercante che arrivava a San Gimignano nel XIII secolo doveva comunque essere abbastanza avvezzo alle ostentazioni della nobiltà poiché l’uso di erigere torri era una consuetudine assai diffusa nella toscana basso medievale.

Le torri di San Gimignano

Oggi invece questo paese è quasi un unicum e, come una finestra aperta sul tempo, ci mostra come doveva essere un comune medievale.

San Gimignano

Il centro storico di San Gimignano è ancora oggi circondato da mura. Le strade che partono dalle porte conducono lungo la strada principale che a sua volta ci porta alla scoperta della bella piazza della Cisterna, facilmente riconoscibile per la presenza di un pozzo al centro. Le facciate che danno sulla piazza, in pietra e in mattoni, lasciano intravedere le diverse fasi edilizie che si sono susseguite. Le finestre sono coronate da volte a botte e a sesto. Da lì si arriva in un attimo alla piazza del Duomo, dove si svolgeva il mercato e la vita religiosa e civile della comunità. Il visitatore si troverà attorniato dalle torri che svettano altissime. Molto belle per le pitture e l’architettura sono il palazzo del Municipio, la Loggia del Comune e la Torre Grossa, la più alta tra le torri sangimignanesi, e su cui è possibile salire. Più tranquilla e meno frequentata è piazza Sant’Agostino, una vera delizia impreziosita dalla chiesa in stile romanico e gotico.

Piazza Sant'Agostino, San Gimignano

È poi possibile salire sulla Rocca, di cui rimangono solo le pareti di cinta e una torre da cui si gode di un bel panorama su San Gimignano e sulla campagna circostante. Se seguite i cartelli potrete anche visitare, dopo una lunga discesa, le vecchie fonti.

San Gimignano

Alla fine ci siamo ricreduti, sarà pure un salotto buono, ma è veramente una bella città.

Nelle vicinanze si trova l’interessantissimo Castelvecchio sul Monte Cornocchio, la più nota Volterra.

San Gimignano

Potete seguirci su facebook: https://www.facebook.com/irintronauti e su

twitter: https://twitter.com/irintronauti .

I commenti sono chiusi.