Il castello che non ti aspetti: Rocca di Pietracassia

Nei boschi del comune di Lajatico (Provincia di Pisa) si trova un castello poco frequentato e quasi dimenticato: la Rocca di Pietracassia, un tempo importante fortificazione posta, su un grosso masso calcareo, a controllo del confine tra i territori di Pisa, e Firenze e delle risorse minerarie della zona. Le prime notizie su essa risalgono al XI secolo.

Rocca di Pietracassia

Ideale per una passeggiata, la Rocca si raggiunge a piedi in circa 30/40 minuti, seguendo un sentiero per lo più ombreggiato da querce, che è ancora più bello da percorrere in autunno quando le foglie diventano rosso acceso e gialle. Proprio quando starete per perdere le speranze di trovarla, d’improvviso vi apparirà davanti la sua monumentale porta d’accesso in pietra calcarea.

LEGGI ANCHE: I CASTELLI PIU’ BELLI DELLA TOSCANA E DINTORNI

Il resto del castello ancora non si vede, solo due brevi tratti di mura contigui alla porta sono visibili. Una volta varcata ci si trova in un ampio prato verde circondato da una cerchia muraria ancora abbastanza conservata in elevato.Rocca di Pietracassia

Nella parte più interna invece si vedono le mura recentemente restaurate del cassero, anch’esse conservate in elevato con due imponenti torri angolari e la porta d’ingresso al centro.

LEGGI ANCHE: LA ROCCA DELLA VERRUCA

Pietracassia, dai suoi 532 metri di altezza, domina la valle circostante e il panorama spazia fino a Volterra e alle sue balze.

Entriamo nella rocca. Le mura la cingono ancora su tre lati. Sul lato nord infatti c’è un dirupo e il mastio, di cui rimangono solo le rovine poiché fu distrutto nel 1431 dalla Repubblica Fiorentina come punizione per la ribellione al loro dominio. Si può entrare anche nelle due torri. Rocca di PietracassiaIl castello è stato ristrutturato da poco ma l’intervento non ha coinvolto la seconda cinta muraria.

Le mura esterne ammirate da sotto sono ancora più impressionanti. La valle scende abbastanza rapidamente, non ci resta altro che camminare nel bosco con un tappeto di foglie come pavimento, alzare la testa e osservare le alte mura che si ergono sopra di noi.

Il ritorno è in discesa. Rocca Pietracassia è la fortificazione meglio conservata della Valdera ed è una meta perfetta per un escursione in mezzo alla natura e alla storia.

LEGGI ANCHE: ROCCA SILLANARocca di Pietracassia

Rocca di Pietracassia

COME ARRIVARE A ROCCA PIETRACASSIA

Arrivare alla Rocca di Pietracassia è molto semplice: basta attraversare il borgo di Lajatico e seguire i cartelli gialli che indicano la Rocca. Dopo aver lasciato la strada principale si prosegue sullo sterrato. La strada nel primo tratto è facilmente percorribile ma dopo diventa sempre più accidentata e gli ultimi 200/300 metri sono i più brutti. Il tragitto sullo sterrato risulta comunque piacevole poiché permette di godere dello splendido paesaggio offerto dalle colline toscane. Arrivati alla catena si deve parcheggiare l’automobile nello spiazzo di fianco e proseguire a piedi. Da lì inizia la comoda passeggiata che vi porterà fin dentro a questa bella fortificazione.

FORSE PUÒ INTERESSARTI ANCHE: 7 TERME GRATUITE IN TOSCANA

Rocca di Pietracassia

 

I commenti sono chiusi.