Prendere l’aereo con bambini piccoli

bambina con trolley di minnie allìaeroporto

Volare con bambini piccoli al seguito può causare qualche ansia ed incertezza, per questo abbiamo deciso di mettere la nostra esperienza a disposizione di tutti coloro che si trovano ad affrontare i primi voli con pargoli piccoli al seguito, dando alcuni semplici consigli.
Innanzi tutto è da tenere ben presente che quando si prende l’aereo con bambini piccoli è necessario avere con se tutto l’occorrente per intrattenerli ed in particolare il ciuccio o il biberon per evitare il mal d’orecchie (che noi siamo riusciti ad evitare solo con le goccioline nella fase dell’atterraggio). Un errore di distrazione potrebbe essere fatale: mettere il ciuccio nel bagaglio in stiva (se lo avete) o lasciarlo sul cruscotto dell’automobile parcheggiata fuori dall’aeroporto sarebbe una cosa che difficilmente vi perdonereste (immaginatevi poi gli altri passeggeri!)

Volare con bambini piccoli: come funziona?

Fino a due anni la maggior parte delle compagnie fa sedere il bambino sulle gambe di un accompagnatore al quale viene fornita una cintura da inserire nella propria, anche se è possibile comprare un posto per il bambino per avere più spazio.  Il bambino ha diritto ad una borsa aggiuntiva di massimo 5 kg nel quale possono essere inserite le cibarie per il pargolo, al trasporto del Prendere l’aereo con bambini piccoli passeggino e ad altri due oggetti. Consiglio anche, chi fosse interessato, di informarsi sulla possibilità di far firmare dal capitano il cosiddetto battesimo dell’aria, un bellissimo ricordo che testimonia il primo volo del bambino!

Quando i bambini superano i 2 anni sono poche le compagnie aeree che adottano un prezzo del biglietto più basso, la maggior parte infatti fa pagare il biglietto pieno con la differenza di qualche euro. Dopo i 2 anni conviene anche informarsi sul costo del trasporto del passeggino, per alcune compagnie è sempre gratuito per altre è necessario pagare.

Cosa è indispensabile per prendere l’aereo con bambini piccoli?

  • Ciuccio (se il bambino lo usa o il biberon (o la puppa della mamma 🙂 ) con qualcosa che gli piace per farlo succhiare al momento del decollo e dell’atterraggio;
  • Goccioline per il mal di orecchie (sono state essenziali per la mia bambina!);
  • Qualche snack e qualche stuzzichino con un po’ d’acqua, non troppa se state togliendo il pannolino, andare in bagno con un bambino di 2 – 3 anni in aereo non è proprio il massimo!
  • Tablet o smartphone (in modalità aereo) su cui avete scaricato qualche video , canzoncina o qualche giochino che piace al bambino.
  • Due o tre librini (meglio di stoffa o quelli per il bagnetto perchè pesano meno) che il bambino può sfogliare.
  • Una bambola o un pupazzo con cui poi si può giocare con il cibo portato per il piccolo passeggero e con quanto altro viene fuori dalla nostra e dalla sua fantasia.
  • Matite, pennarelli e un quaderno per dare sfogo alla creatività.
  • Se il bambino è abbastanza grande può essere utile anche un puzzle.

20160823_090324Alcune compagnie forniscono per i giovani passeggeri un kit per agevolare la permanenza dei piccoli durante il volo.

Buon viaggio!!!

 

I commenti sono chiusi.