Lovech: un paese senza tempo

Un assaggio della Bulgaria autentica e tradizionale si può avere in questo piccolo e bel paese: Lovech, famoso per essere stato il centro della rivolta bulgara capeggiata da Vasil Levski.La seconda tappa del nostro viaggio in Bulgaria è stata proprio il quieto villaggio tradizionale di Lovech, attorno al cui villaggio si è sviluppata una cittadina moderna.

Nel centro storico vi sono un centinaio di case ristrutturate in tipico stile della Rinascita Nazionale bulgara, fatte di legno e pietra. Molti sono i viottoli di sassi e le strade strette che si annodano tra loro e che permettono di perdersi nell’esplorazione di questo piccolo villaggio e di poter ammirare angoli pittoreschi e nascosti. Anche il ponte coperto (Pokritiyat Most), che attraversa il fiume Osam ed è il simbolo del villaggio, risale al periodo della Rinascita Nazionale, inizialmente costruito in legno nel 1872 fu poi sostituito con uno in muratura per poi tornare alla struttura originaria in legno. Oggi al suo interno si trovano bar, negozi di souvenir e di artigianato locale.

 

Passeggiando per le strade del centro, si inizia a salire verso la Fortezza di Hisar (ingresso 6 lev a famiglia, 3 lev adulti), luogo in cui fu firmato l’armistizio del 1187 tra i turchi e i bulgari che segnò la nascita del Secondo Impero Bulgaro e di cui rimangono solo alcune rovine e da cui si gode di un bel panorama su tutta la cittadina. Durante il percorso che porta alla fortezza di Hisar si incontrano il Museo dell’eroe bulgaro Vasil Levski, noto per il suo impegno per liberare la Bulgaria da giogo dei Turchi ed impiccato proprio da questi; la Chiesa di Sveta Bogoroditsa (che noi abbiamo trovato chiusa come capita spesso). Dopo aver salito la scalinata vicino alla chiesa arrivate alla Colina di Stratesh dove oltre all’ingresso della fortezza di Hisar si trova un’imponente statua di Vasil Levski.

LEGGI ANCHE: I LIBRI DA LEGGERE PER ANDARE IN MAROCCO

Per entrare ancora di più nella tradizione e nella cultura bulgara non perdetevi il Museo Etnografico.

Cosa vedere vicino a Lovech

La posizione di Lovech la rende ideale per fare due escursioni e andare a vedere le grotte Devetashka, antiche grotte abitate da pipistrelli e le cascate di Krushuna immerse nella natura in cui è possibile fare un piacevole trekking e di cui vi parlerò in un altro post. Altre sono le grotte da vedere nella zona ma noi a causa della scarsa segnaletica, delle difficoltà di linguaggio e dello scarso tempo a disposizione non siamo riuscite a raggiungerle.

Dove dormire a Lovech

Mai scelta fu più giusta come quella di dormire alla Guest House The Old Lovech (noi lo abbiamo prenotato su booking, se siete interessati usufruite dello sconto di 15 euro! LEGGETE: 15 EURO DI REGALO SE PRENOTI CON BOOKING.IT), una vecchia casa ristrutturata in stile della Rinascita Nazionale Bulgaro. Dotato di un comodo parcheggio, con le camere in stile tipico. La nostra camera aveva anche un ingressino e un bellissimo terrazzino in legno. La colazione salata molto buona ed i proprietari molto accoglienti ci hanno accolto fornendoci informazioni sulla storia della cittadina, sui loghi da vedere e su dove mangiare.

LEGGI ANCHE: I CASTELLI PIÙ BELLI DELLA TOSCANA

Precedente Il Castello Malaspina di Massa Successivo Dormire gratis? Sì, con la Settimana del Baratto

Lascia un commento

*