La Balena bianca e Bagni San Filippo

La Balena bianca e Bagni San Filippo, la balena Bianca Tra tutti i tesori che nasconde la Val d’Orcia ce ne è uno noto per le sue candide formazioni calcaree, alcune dal nome evocativo come la Balena Bianca, e per le sue acque calde ricche di minerali: Bagni San Filippo.

Immerse in un bosco rigoglioso, nella stretta valle scavata dal Fosso bianco, le Terme di Bagni San Filippo sono tra le terme libere più affascinanti e suggestive della Toscana: l’acqua sgorga a 48° dalle polle lungo il torrente e da qualche cascata che nel corso degli anni ha depositato così tanto calcare da formare delle splendide formazioni bianche: una di essa è la Balena Bianca, la più nota e conosciuta, dove prima era possibile arrampicarsi e oziare nelle piccole vasche di acqua caldissima. La Balena bianca e Bagni San Filippo, una vasca all'inizio del percorsoHo scritto prima perchè ora vige il divieto di arrampicarsi sulla Balena Bianca per pericolo di crolli e di fare il bagno nella pozza subito sotto ad essa. Nonostante ciò quando ci siamo stati sopra c’erano molte persone tanto che solo in un secondo momento ci siamo accorti dei cartelli del divieto affissi agli alberi.

LEGGI ANCHE: TERME LIBERE DI TOSCANA

Ma Bagni San Filippo non è solo la Balena Bianca. Le prime pozze si trovano infatti lungo la prima parte del sentiero: vasche costruite in pietra in cui l’acqua è tiepida. Scendendo poi si incontra una prima cascatella che finisce in una pozza. La Balena bianca e Bagni San Filippo, vasche ricavate lungo il Fosso BiancoDa lì in poi il corso del Fosso Bianco conduce ad altre pozze formate anche sul suo alveo da turisti o dagli abitanti del luogo. Oltrepassata la Balena Bianca, impossibile da non vedere, si trova un’altra formazione molto grande e altre pozze, anche oltre la piccola radura che si incontra. Man mano che si prosegue le persone diminuiscono sempre di più (noi non lo abbiamo mai trovato troppo affollato) e la temperatura dell’acqua diventa più tiepida. Protetti dalle fronde verdi, cullati dai rumori del bosco e dallo scroscio dell’acqua è possibile rilassarsi quando ormai si è troppo vizzi per stare nell’acqua!

LEGGI ANCHE: ALLA RICERCA DI CASTIGLION DIO SOL SA…DOV’È
La Balena bianca e Bagni San Filippo, la balena Bianca

Un luogo calmo, tranquillo e piacevole che ci è piaciuto veramente molto con il suo strano contrasto tra il bianco del calcare e il verde della vegetazione, e che vi consigliamo vivamente, anche se non siete amanti delle terme, perchè basta scendere più a valle per trovare la temperatura del fiume come più vi aggrada.

Sul fondo delle vasche si trova il morbido fango termale, molto usato nei trattamenti.

I Bagni devono il loro nome a San Filippo, il fondatore dell’ordine dei Servi di Maria a Firenze che si rifugiò in una grotta nei pressi delle terme (la Grotta del Santo, visitabile) per sfuggire ad un elezione al soglio pontificio, che lui temeva molto probabile.

Vige il divieto di campeggio e il divieto per i cani di fare il bagno nelle pozze. Ingresso libero.

Subito sopra la Balena Bianca si trova lo stabilimento termale a pagamento con tanto di piscina termale.

Come arrivare a Bagni San Filippo

Dall’autostrada A1 prendere l’uscita Chiusi – Chianciano, seguire per Chianciano Terme sulla SP146 e poi sulla SP40, vecchia strada senese. Al bivio con la SR 2 svoltate a sinistra, nelle direzione opposta a Bagno Vignoni. Comunque all’uscita si trovano le indicazioni stradali da seguire indicati Bagni San Filippo.La Balena bianca e Bagni San Filippo, una vasca

Da Siena si raggiunge seguendo la SR 2. Oltrepassato Bagno Vignoni si trova un bivio in cui si deve tenere la sinistra, direzione opposta a Chianciano Terme.

Una volta giunti a Bagni San Filippo parcheggiare l’auto in prossimità della via Fosso Bianco e poi seguire questa strada che vi condurrà alle polle. Sulla destra ad un certo punto c’è un sentiero che taglia.

Nelle vicinanze si trovano anche le vasche di San Casciano dei Bagni e Bagno Vignoni, con la sua vasca termale in mezzo al paese e le terme libere.

La Balena bianca e Bagni San Filippo

Precedente Consigli per un weekend d'autunno: Bologna Successivo Bunk'art

Lascia un commento

*