Itinerario di una settimana da Marrakech al deserto

Itinerario di una settimana da Marrakech al desertoA distanza di un anno siamo tornati in Marocco per una settimana per continuare l’esplorazione di questa terra che con i suoi colori, la sua cultura, la sua storia e le sue tradizioni ci ha intrigato non poco fin dal nostro primo viaggio (per informazioni leggi: Itinerario di una settimana in Marocco tra Fez e Chefchaouen). Anche quest’anno purtroppo non avevamo molto tempo a disposizione, solo 8 giorni e quindi abbiamo deciso di dedicarci ad una zona delimitata: un itinerario di una settimana da Marrakech al deserto del Sahara, facilitati anche dal volo diretto operato dalla Ryanair che collega Pisa con Marrakech

Un nuovo modo di viaggiare per noi

Seppure la zona scelta fosse una zona delimitata nei confronti dell’estensione del territorio del Marocco, l’area è densa di gole, kasbah, mercati e numerose attrattive e i chilometri da percorrere sono veramente molti, basti pensare che da Marrakech a Merzouga ci sono ben 561 km! Itinerario di una settimana da Marrakech al desertoCosì per ottimizzare meglio i tempi a disposizione e per provare un nuovo modo di viaggiare abbiamo deciso per la prima volta di affidarci, durante la nostra discesa nel deserto e rientro a Marrakech, ad una guida/driver di TourinMarocco, un’agenzia di una italiana che vive a Marrakech e che si appoggia a guide berbere. Inizialmente eravamo molto titubanti, pensavamo di sacrificare la nostra indipendenza e libertà ma appena abbiamo conosciuto la nostra guida e abbiamo fatto alcuni chilometri con lui ci siamo accorti di come viaggiare con una persona del posto, disponibile ad illustrare e spiegare le molte cose che non conoscevamo soprattutto a livello culturale, tradizionale e a rispondere alle nostre molte domande sulla situazione attuale del Marocco, dei Berberi, delle donne e della religione, sia sicuramente un grande vantaggio che permette di portare a casa qualcosa di più (Marrakech l’abbiamo visitata da soli).Itinerario di una settimana da Marrakech al deserto

Non per questo non ci è servita la preparazione al Marocco che avevamo già iniziato anche lo scorso anno attraverso la lettura di alcuni libri di narrativa, i più significativi dei quali vi segnaleremo presto in un apposito post, ma poter rispondere a dubbi e curiosità in tempo reale ha i suoi vantaggi.

Ci teniamo a precisare che sicuramente il viaggio è fattibile da soli, le strade sono tranquille, la polizia è sempre presente e non si avverte mai la sensazione di pericolo, ma se avete poco tempo o avete voglia di fare un’esperienza più approfondita della cultura può essere un buon modo per viaggiare in questa zona. Rachid si è mostrato sempre disponibile a cercare di venire incontro alle nostre esigenze (l’unico “nemico” era il poco tempo) e più volte abbiamo modificato l’itinerario per vedere cose che ci interessavano di più rispetto al programma, che comunque era ben strutturato (affidarsi ad un driver/guida non significa essere passivi nel viaggio!)Itinerario di una settimana da Marrakech al deserto

Itinerario di una settimana da Marrakech al deserto (Marocco)

Durante il nostro itinerario di una settimana da Marrakech al deserto abbiamo avuto modo di visitare la città di Marrakech, nella quale siamo atterrati con il volo della Ryanair diretto da Pisa e in cui siamo rimasti due giorni per vedere la Medina, alcuni palazzi e la Mellah (per maggiori info clicca qui).
Durante la nostra discesa verso il Sahara abbiamo attraversato l’Alto Atlante con le sue cime innevate, ci siamo fermati a vedere la splendida Kasbah Telouet e i meravigliosi Ksar Ait Benhaddhou, Ksar Tamnougalt e abbiamo avuto modo di addentrarci nell’ancora autentico mercato di Rissani. Il deserto del Sahara lo abbiamo visto e sperimentato sulla nostra pelle da Merzouga e quindi dall’Erg Chebbi, che seppure si dice sia molto più turistico (in realtà non c’erano così tanti turisti, tranne forse al tramonto, quando ne abbiamo incrociati un po’) ha delle dune veramente strepitose e altissime che meritano di essere viste! Itinerario di una settimana da Marrakech al desertoDurante il nostro viaggio di rientro verso Marrakech abbiamo visitato le Gole del Tondra, le Gole del Dades, la Kasbah Amridil e la Kasbah Taourirt a Ouarzazate (non ci sono interessati i più grandi studi cinematografici dell’Africa ospitati nella città). 5 giorni non sono molti per fare tutto questo itinerario e le Gole del Tondra e del Dades sono state forse le più sacrificate in quanto le abbiamo viste quasi solo dal fuoristrada, seppure l’ultima mattina alzandoci presto siamo riusciti a fare una bella passeggiata di un’oretta nella bella Gola del Dades.

Il cibo

A parte le numerose Tajine di pollo, agnello, kofta, cous cous che abbiamo ingurgitato fino a venirci a noia (purtroppo non hanno una gran varietà di sapori e l’entusiasmo iniziale scema presto, non solo per noi, ci siamo confrontati anche con altre persone!), le colazioni sono una delle cose più buone e deliziose del Marocco: abbondanti, con prodotti tipici e spesso saporita frutta fresca (ho imparato a apprezzare i melograni) ne sentiamo la mancanza tutte le mattine!Itinerario di una settimana da Marrakech al deserto

Il tempo

Abbiamo fatto il nostro itinerario di una settimana da Marrakech al deserto dal 31 dicembre al 7 gennaio 2017. Marrakech a dicembre è una città con un clima mite, la minima arriva raramente ad 11° e durante il giorno il sole riscalda la temperatura fino ad arrivare intorno ai 20/25°. Man mano che si scende l’escursione termica diventa sempre più grande e la notte che abbiamo dormito nel deserto la temperatura era scesa a ben -5° e durante il giorno poi ci siamo trovati in maglietta!!! Non dimenticatevi di vestirvi a strati e portatevi un piumino! Sicuramente però è più raccomandabile questa stagione rispetto alla torrida estate!Itinerario di una settimana da Marrakech al deserto Itinerario di una settimana da Marrakech al deserto Itinerario di una settimana da Marrakech al desertoItinerario di una settimana da Marrakech al deserto

Precedente Barga, la città più scozzese d'Italia Successivo 15 euro in regalo se prenoti su booking.it

Lascia un commento

*