Il Pozzo della Morte e la Cascata di Rio Buti

Immerso in un bosco fitto e rigoglioso, a pochi chilometri dal centro di Prato, scorre il torrente Rio Buti, affluente di sinistra del più noto Bisenzio. Per la sua vicinanza alla città il fiume è molto frequentato dai pratesi.

LEGGI ANCHE: L’ELSA VIVA: IL FIUME TURCHESEPozzo della Morte e Cascate di Rio Buti

Durante la sua ripida discesa dal Monte della Calvana, il Rio Buti forma particolari cascatelle e grotte la cui esplorazione è ideale anche nei giorni di calura estiva, poichè tra una salita e l’altra si può immergesi nelle varie pozzette che si formano.

L’acqua è limpida e fresca, il sole filtra a malapena dalle fronde ma non pensate che sia troppo fresco per un tuffo ristoratore!

La prima e propria pozza che si incontra durante il percorso che costeggia il fiume e che giunge fino alla fonte è il Pozzo della Morte, così chiamato a causa di alcuni incidenti che hanno avuto luogo negli ultimi 200 anni, per questo tenete sempre ben presente di non buttarvi dopo aver pranzato!

NELLE VICINANZE SI TROVA: UN CASTELLO NORMANNO IN TOSCANAPozzo della Morte e Cascate di Rio Buti

Il Pozzo della Morte è una pozza circolare con alle spalle una placida cascatella. Intorno ci sono alcune rocce su cui è possibile “accamparsi”, ma lo spazio intorno non è molto. Avanzando lungo il sentiero si trovano altri posti dove fermarsi, ma nessuna vasca è profonda come il Pozzo della Morte. Ad un certo punto ci sono un paio di vasche circondate da rocce assolate.

Come arrivare al Pozzo della Morte

A Foresta (frazione di Prato) svoltare in via di faltugnano, attraversare il Bisenzio e proseguire su via ferrata. Parcheggiate nei pressi dell’inizio del sentiero Fausto Coppi, pista ciclabile. Al primo ponte che attraversa Rio Buti si deve proseguire lungo il sentiero sterrato in salita, indicato dalla segnaletica CAI. Al ponte successivo si puù proseguire lungo il sentiero a dritto (segnalato dal CAI) oppure attraversare il ponte e prendre il sentiero segnalato da due cerchi concentrici bianchi e rossi su una pietra, appena terminato il ponte sulla destra. In pochi minuti si arriva al Pozzo della Morte. Seguendo il sentiero si possono scorpire altre pozze e cascatelle. In periodi di secca, l’acqua sarà solo nel Pozzo della Morte.

Se scrivete Cascate Riobuti (tutto attaccato) su Google Maps, vi indica la posizione giusta.

NELLE VICINANZE SI TROVA: ROCCA CERBAIA

Pozzo della Morte e Cascate di Rio Buti Pozzo della Morte e Cascate di Rio Buti

Precedente Un weekend tra Bergamo e il Lago d'Iseo Successivo Il sito rupestre di Sutri

Lascia un commento

*