Il Ponte del Diavolo

C’è un ponte in Toscana che sembra stare in piedi per miracolo, anche se in realtà il suo nome suggerisce che sia più a causa di un maleficio, stiamo parlando del Ponte del Diavolo.
Ponte del Diavolo o Ponte della Maddalena

Nella leggenda che racconta la sua costruzione ci sono tutti gli ingredienti per un vero racconto di paura: si narra infatti che la costruzione del ponte fu affidata ad un capomastro che però si accorse dell’impossibilità di terminare entro la scadenza l’edificazione dell’opera. Mentre era solo, in preda alle sue terribili preoccupazioni gli apparve Lucignolo in persona. Il re degli Inferi gli propose di terminare al posto suo il ponte in cambio della prima anima che lo avesse attraversato. Il campomastro accettò e il Diavolo durante la notte eresse tutte le arcate del ponte. A questo punto l’uomo fu preso dal rimorso e andò a confessarsi da un religioso che gli dette questo consiglio: avrebbe dovuto fare in modo che ad attraversare per primo il ponte fosse un maiale. Il capomastro allora felicissimo per quell’idea bloccò il transito alle persone e fece salire per la ripida salita un maiale. Lucignolo si arrabbiò terribilmente per questo smacco e si racconta che si gettò nel fiume e non fece mai più ritorno in questi luoghi.

LEGGI ANCHE: #MYABANDONEDPLACES: LUOGHI ABBANDONATI IN TOSCANA

Ponte del Diavolo o Ponte della Maddalena

In realtà gli storici ci dicono che il Ponte del Diavolo fu costruito XI secolo per volere di Matilde di Canossa, potente feudataria illuminata, e fu restaurato nel XIII secolo da Castruccio Castracani, il noto condottiero lucchese che tanto imperversò in queste zone. Nel XVI secolo assunse il nome di Ponte della Maddalena perchè probabilmente c’era un edicola, dedicata a Maddalena, nei suoi pressi.

STAI CERCANDO ALTRI LUOGHI MISTERIOSI? LEGGI: L’EX- OSPEDALE PSICHIATRICO DI VOLTERRA 

Oggi è possibile percorrere il ponte a piedi in entrambi i sensi. Il suo profilo a schiena d’asino incanta ancora dopo secoli. E anche chi è avvezzo ai prodigi dell’architettura contemporanea non può rimanere incantato dalle sue arcate asimmetriche che si ergono così in alto da far pensare che il costruttore avesse sbagliato direzione. La valle che lo circonda come una quinta naturale esalta il suo profilo elegante e originale e rende questa visita ancora più piacevole.

Il fiume ha resistito a numerose piene del fiume Serchio e ancora oggi i suoi pilastri combattono contro le forti correnti.

La Festa di Halloween

Tutti gli anni a Borgo a Mozzano si tiene una festa di Halloween: l’Halloween Celebration. La festa è spalmata su più giorni e il 31 ottobre è possibile assistere al rogo della strega proprio presso il Ponte del Diavolo. Il programma, che prevede rassegne di cinema, spettacoli pirotecnici, animazioni e spettacoli teatrali è consultabile qui.

Ti è venuta voglia di visitare il Ponte del Diavolo?

Il Ponte del diavolo si trova nei pressi di Borgo a Mozzano, in Garfagnana, in Provincia di Lucca ed è facilmente avvistabile transitando sulla SP20 o sulla SS22.

 Nelle vicinanze: le Grotte del Vento e l’Antro del Corchia.

Precedente Chiang Rai Successivo L'invisibile paese di Lucchio

Lascia un commento

*