I libri da leggere per viaggiare tra Israele e Palestina

Un viaggio in Israele e in Palestina non può che essere disarmante per quanto ci si possa preparare, studiare, leggere c’è e ci sarà sempre una qualche sfaccettatura che non riusciremo a comprendere, almeno così è stato per me.

Reduce da un viaggio nella Polonia del Sud con tanto di visita ad Auschwitz, Birkenau, Majdanek (sui quali prima o poi mi riprometto di scrivere un post) decisi che l’anno seguente sarei andata a visitare Israele e purtroppo poco della Palestina, in cui mi piacerebbe tornare. Iniziai così a ripassare la storia della nascita dello stato d’Israele, dei mutamenti subiti dalla Palestina e della situazione medio-orientale e iniziai ad avvicinarmi ad alla lettura israelita e palestinese, per scoprire i due lati della medaglia, per cercare di capire il punto di vista e la cultura di due popoli ormai in lotta tra loro da anni. La narrativa ha un grande potere: quello di farci vivere più vite, di farci sperimentare più culture di farci immedesimare con personaggi in cui non avremmo mai creduto di comprendere.

LEGGI ANCHE: IL NOSTRO VIAGGIO IN ISRAELE

Questi sono i libri che vi consiglio di leggere per viaggiare in Israele (prima, durante e dopo), se ne conoscete altri interessanti segnalatemeli!

I libri da leggere per viaggiare tra Israele e Palestina

Fuoco Amico di Yehoshua, Abraham B.: Il viaggio di Daniela, che lascia il  marito a Tel Aviv e si reca in visita dal cognato che in una sorta di esilio volontario vive in Tanzania dalla morte del figlio soldato, ucciso dal fuoco amico non volendo tornare in un paese costantemente in guerra. Utile per capire la vosglia di normalità degli israeliani e la stanchezza di molti altri.

Sharon e mia suocera di Amiry Suad: il diario di guerra tenuto da una donna durante gli attacchi israeliani, reclusa in casa con la suocera, in cui si incontrano vita quotidiana, paura, disperazione, il tutto accompagnato anche dall’immancabile allegria e umorismo di Amiry Suad.

Se questa è vita di Amiry Suad e Nadotti Maria: se vi è piaciuto Sharon e mia suocera allora dovete leggere Se questa è vita dove continua il diario di guerra di Amiry Suad che ci racconta lo svolgersi della vita quotidiana sua e della suocera e del suo intrecciarsi con l’occupazione israeliana.

Con il vento nei capelli di  Salwa Salem, Donini Elisabetta, Maritano Laura: La storia di Salawa nata in Palestina e sottoposta all’esodo verso Neblus con la sua famiglia, le sue lotte per poter studiare e lavorare, il matrimonio e il suo arrivo in Italia. Un libro che vi toccherà profondamente.

Una primavera di fuoco di Khalifah Sahar : un libro duro che vi porterà dall’altra parte. La storia è quella della seconda intifada del 2002 e di un giornalista e libraio che vive in un campo profughi vicino a Nablus con la sua famiglia, l’avvicinamento di uno dei due figli verso i vicini coloni e dell’altro alla guerriglia per giungere fino all’assedio della Musqata’a a Ramallah. Il libro che invita il lettore a riflettere.

Ogni mattina  a Jenin di Susan Abulhawa: questo libro non potrà che farvi innamorare della storia di Amal, della sua famiglia e della Palestina. La vita di Amal ci farà provare la tristezza e la rabbia del lasciare la propria casa, dell’esilio, del vivere in un campo profughi. Un libro che ho letto tutto d’un fiato.

LEGGI ANCHE: I LIBRI DA LEGGERE PER PREPARASI AD UN VIAGGIO IN ALBANIA

Il poeta di Gaza di Yishai Sarid: Un membro dei servizi segreti israeliani si finge romanziere per avvicinare una scrittrice israeliana amica di un noto poeta palestinese. L’incontro farà emergere nell’ufficiale dei servizi segreti tensioni e paure. Un libro in cui emergono le contraddizioni di Israele.

Il Giardino degli Ulivi di Deborah Rohan: un’affascinate e coinvolgente saga familiare palestinese che si intreccia con la storia del Paese, dove il richiamo della terra natia vi farà tremare, un libro da leggere!

I commenti sono chiusi.