Gjirokastër: la città dai molti nomi

Girocastro Albania Gjirokastër è una tappa imperdibile in Albania, quindi se state progettando un viaggio nel Paese delle acquile non dimenticate di inserirla nel vostro itinerario! Noi abbiamo scelto di trascorrervi una notte (e ne siamo rimasti soddisfatti) ma abbiamo visto che in molti preferivano un’escursione di un giorno con partenza dai diversi posti di villeggiatura come Saranda e Ksamil o addirittura da Corfù.

 

Gjirokastër: tanti nomi una sola cittàCastello argirocastro Albania

Gjirokastër viene chiamata in molti modi: Argirocasto, Girocastro e Gjirokastra ma anche città d’argento, città dai mille scalini e città di pietra. Andiamo per ordine: i numerosi nomi sono dovuti ai diversi popoli che hanno dominato la città dai romani ai greci, dai bizantini ai turchi, dagli italiani ai tedeschi. Il significato dei diversi nomi rimanda a “fortezza d’argento”, un albanese che abbiamo incontrato mentre andavamo la castello ci ha spiegato che dopo un temporale i tetti di pietra bagnati dall’acqua brillano sotto il sole tanto da sembrare d’argento. IMG_1201Noi non abbiamo visto i tetti brillare perché era bel tempo ma forse per questo forse perché stavo leggendo La città di pietra di Kadaré, Girocastro mi ricorda di più un “carapace di pietre”, un insieme di “case secolari rivestite di lastroni grigi somiglianti a gigantesche squame” proprio come dice il celebre scrittore, ed è per quello che mi ha tanto affascinato. Perché sia chiamata città dai mille scalini ve lo lascio immaginare e sicuramente mentre passeggerete per il borgo non tarderete ad accorgervene!

Gjirokastër è la città natale di uno dei più famosi scrittori albanesi Ismail Kadaré e proprio in questa città è ambientato uno dei romanzi più belli che abbia scritto: La città di pietra. Passeggiare per le vie di Gjirokastër ripercorrendo mentalmente le vicissitudini del giovane protagonista in questa terra occupata e contesa da vari popoli rende sicuramente la visita a questa città ancora più interessante.

Nella città dai mille scalini nacque anche un altro illustre personaggio albanese, l’ex presidente e dittatore Enver Hoxha, forse per questo o forse per la particolarità della cittadina e del suo castello il regime comunista preservò Argirocastro e come per Berat ne fece una città museo. Grazie a questo oggi possiamo ancora ammirare le architetture tradizionali!        Vista Gjirokastër Albania                                                                                                                   Se vi piace girare e curiosare tra le case dei personaggi illustri allora non potete perdervi Casa Kadaré e la casa di Hoxha trasformata nel museo etnografico e arredata con mobili d’epoca. Ma le cose che ci sono piaciute di più di Gjirokastër sono state due:

  • Passeggiare tra le sue viuzze, tra le stradine attorcigliate, tra le case ottomane, i negozzietti di artigianato locale e ammirare gli splendidi panorami.Gjirokastër Albania
  • La visita alla fortezza (200 lek l’ingresso e 200 leke per il museo delle armi), è bello vagare all’interno di quello che rimane del castello, spingersi fino alle mura esterne e fermarsi ad assaporare lentamente il panorama, immaginare cosa provava una sentinella che si fosse trovata lì nel cuore della notte quando il freddo si faceva pungente. All’esterno si trova anche una carcassa di un aereo spia americano abbattuto ed esposto come monito e come avviso agli abitanti della città e non solo, su volontà di Hoxha. Le prigioni del castello sono visitabili. Quando abbiamo visitato la fortezza c’era un forte vento che l’ha resa ancora più affascinante e coinvolgente.IMG_1200

Gjirokastër con i bambini

Argirocatsro si gira bene con i bambini che gradiranno sopratutto la visita al castello e alle sue prigioni e al museo delle armi. Se viaggiate con bambini piccoli vi sconsigliamo l’uso del passeggino, meglio portare con sé il marsupio o la fascia. Fate attenzione perchè le strade in pietra possono essere scivolose. Noi ci siamo fermati prima di arrivare a Gjrokastër sul lago Viroit, un luogo di calma e di quiete ideale per mangiare (il ristorante si trova sul lago appena lo si trova proveniendo dalla strada che viene da Fier), o per prendere solamente un caffè (sull’altra sponda del lago si trovano due bar davvero carini con qualche gioco per bambini).

Cosa vedere vicino a Gjirokastër

Nelle vicinanze di Girocastro potete visitare:

  • Berat: dista da Argirocastro poco meno di 3 ore, e merita una visita di almeno un giorno se non avete molto tempo a disposizione.Aereo Gjirokastër Albania
  • La sorgente dell’occhio blu: bellissimo spettacolo della natura in cui una sorgente d’acqua nasce in profondità sconosciute e in corrispondenza di essa, grazie alle rocce calcaree si ricrea con un gioco di colori un’occhio. Noi l’abbiamo raggiunta da Girocastro in automobile percorrendo la strada SH99, generalmente è sconsigliata ma a noi non è sembrata molto male e ci ha fatto risparmiare parecchio tempo!
  • Ksamil: per fare un bagno rinfrescante nelle sue chiare acque, passare una giornata di realx al mare e andare a vedere il sito archeologico di Butrint. Dista circa 2 ore da Gjirokastër.
  • Korca: famosa per la fabbrica di birra per il bazar in stile tradizionale e per il Museo Archeologico Nazionale si trova a circa 200 km da Girocastro ma a circa 6 ore d’auto!Gjirokastër Albania

Dove dormire a Gjirokastër

Abbiamo soggiornato nel cuore della cittadina all’Hotel Domino (una tripla con colazione 30 €). Le camere sono piccole ma accoglienti, pulite e molto carine, il personale parla bene italiano ed è molto disponibile. Ottima la colazione.strada per la fortezza Argiroscatro Albania

Precedente All'interno di una casa trecentesca fiorentina: Palazzo Davanzati Successivo Itinerario tra le cave di marmo alla scoperta dei segreti dell'oro bianco di Carrara