Family trip: Lisbona

Lo scorso anno mia madre (e dell’altra Rintronauta) ha raggiunto la tanta agognata pensione. Poichè la mela non cade mai troppo lontana dall’albero e come ho detto lei ha partorito due di noi (in una volta sola, ma questa è un’altra storia!), ha subito messo in chiaro le cose: per festeggiare voleva fare un viaggio di famiglia!
Family trip: Lisbona

È così che i primi di agosto ci siamo ritrovati a Lisbona: io, il mio compagno (Rintronauta Samuele), mia sorella (Rintronauta Ilaria), sua figlia e il suo compagno e i miei genitori. Io e l’altro Rintronauta, mio abituale compagno di viaggi, eravamo tornati da appena due giorni ed eravamo nuovamente all’aeroporto di Pisa! Il nostro primo vero viaggio in famiglia!

Perchè Lisbona?

La scelta della destinazione ci ha richiesto un po’ di tempo: volevamo scegliere una destinazione che andasse bene a tutti e che potesse essere ideale anche per il membro più piccolo della compagnia di appena 13 mesi. Visto che la mamma aveva deciso di pagare per tutti abbiamo cercato anche una destinazione che ci consentisse di mantenere le spese contenute. Alla fine, dopo numerose ricerche, riunioni e analisi abbiamo scelto Lisbona.

Io, Ilaria e il suo compagno l’avevamo già visitata in occasioni diverse nel 2003 e non abbiamo avuto esitazioni a tornarci: troppo piacevole era il ricordo che ci aveva lasciato e molto diverso il nostro modo di viaggiare: ci incuriosiva molto vederla a 12 anni di distanza, con altri occhi. Inoltre Lisbona è facilmente raggiungibile da Pisa con il volo diretto ed economico della Rayanair, il clima ad agosto è ideale per non essere storditi dal caldo (come ho detto viaggiavamo con una bambina di 13 mesi) e i prezzi per mangiare e dormire sono interessanti.Family trip: Lisbona

Quanto stare?

Per il nostro Family trip abbiamo deciso di stare una settimana: Lisbona si può vedere anche in meno tempo (sacrificando alcune attrazioni), ma così ci siamo potuti godere a pieno la città e abbiamo potuto visitare anche Sintra e Cascais.

Cosa vedere?

Il quartiere Alfama (meglio se di sabato mattina, quando vi si svolge la Feira da Ladra), quello di Mouraria, Graça, Castelo, che ci hanno rapito con i loro stretti vicoli e la loro origine araba, il Barrio Alto famoso per la sua vita notturna, la Baixia, il quartiere in piano, uno dei pochi di Lisbona, la Piazza del Commercio, l’Igreja do Carmo, la famosa chiesa senza tetto, che ricorda molto San Galgano, il quartiere Belem con la Torre e il Monastero dos Jeronimos, il Cristo Rei: l’enorme Cristo di fronte alla città di Lisbona e il Castello di Sao Jorge. Per maggiori informazioni leggi: Lisbona in tre giorni.

Abbiamo poi ritagliato due giornate per visitare Sintra, con le sue spettacolari ville e Cascais, una piacevole cittadina sull’Oceano Atlantico.

Come muoversi?

Se avete tempo vi consigliamo di camminare per le strade di Lisbona per assaporare la vita dei suoi abitanti. La metro è molto funzionale e comoda, soprattutto per venire via e/o andare all’aeroporto. Per andare al Cristo Rei abbiamo preso il traghetto per attraversare il Tago. Per arrivare a Sintra e Cascais abbiamo invece usato il treno, oltre alla metro. Per informazioni più dettagliate leggi: COME MUOVERSI A LISBONA.

Family trip: Lisbona

I commenti sono chiusi.