Costa degli Etruschi: cosa fare oltre al mare

costa degli etruschiLa Costa degli Etruschi è una meta molto ambita dalle famiglie toscane e non per passare alcune settimane di relax durante i mesi estivi. Il bel mare, i servizi, le pinete la rendono ideale infatti per passare vacanze all’insegna del riposo con i bambini. In questo post vogliamo suggerirvi alcuni luoghi da scoprire se dopo qualche giorno di solo mare voi e i vostri figli o nipoti vi annoiate o se la vostra curiosità è troppo forte e vi spinge a girovagare per conoscere la Costa degli Etruschi e le zone limitrofe.

Cosa c’è di meglio che conoscere il territorio dove ci troviamo in vacanza? Ecco alcuni spunti per voi e per i vostri bambini.

Costa degli Etruschi: cosa fare in vacanza con bambini e non:

  • Il parco archeologico di Baratti e Populonia: i più piccoli saranno incuriositi dalle antiche costruzioni, dalle tombe e dai resti di case e capanne oltre che dallo stupendo panorama; il parco si trova infatti praticamente di fronte al mare. Per i più grandi è una bella occasione per scoprire la storia più da vicino. In estate sono compresi nel biglietto d’ingresso dei laboratori didattici per bambini su vari temi (mosaico, scrittura, telaio, ecc.) davvero molto carini, noi abbiamo avuto modo di provare quello del telaio con Adele (non aveva ancora 4 anni) e con il nostro aiuto si è divertita a fare un braccialetto e l’immancabile treccia di elsa di Frozen! Con il biglietto di ingresso ad un museo o parco della Val di Cornia si ha diritto ad uno sconto del 50% sull’ingresso agli altri parchi e musei che ne fanno parte. Per maggiori informazioni cliccare quicosta degli etruschi
  • l’acquario di Livorno: dove oltre alle vasche espositive con tartarughe, squali zebra, il curioso pesce napoleone e molti altri ancora, ve ne è una che ha forma di tunnel ed una tattile. Al primo piano è inoltre presente un grande formicaio e il rettilaio. Talvolta è possibile acquistare il biglietto ad un prezzo minore su Grupon, numerose inoltre sono le convenzioni per ottenere uno sconto sul prezzo d’ingresso, le potete consultare qui.

LEGGI ANCHE: 5 COSE CHE POSSONO ESSERE UTILI PER  INTRATTENERE I BAMBINI IN VIAGGIO

  • il parco archeominerario di San Silvestro: per visitare la miniera del Temperino con tanto di casco da minatori, attraversando la montagna e giungere al Pozzo Earle da dove  il trenino conduce fin sotto alla Rocca di San Silvestro, raggiungibile in 20 minuti a piedi, un’esperienza che sarà indimenticabile! Per maggiori informazioni cliccate qui.
  • Il museo di storia naturale del mediterraneo di Livorno: un’affascinante museo con una sezione tutta dedicata al mare, una alla preistoria con la ricostruzione di una porzione della grotta di Lascaux, una sala tutta dedicata alla paleontologia, una all’anatomia comparata e alla zoologia dei vertebrati, I bambini ne rimarranno incantati, anche i più piccoli. Per maggiori informazioni cliccate qui
  • Diaccia Botrona: una delle più importanti zone umide della Toscana ove è possibile camminare lungo i sentieri che costeggiano canali e stagni ed udire e vedere uccelli e fenicotteri rosa. Per maggiori informazioni cliccate qui.
  • Il Giardino dei Tarocchi: un bellissimo parco d’arte dell’artista francese Niki de Saint Phalle pieno di colori, di specchietti colorati,di statue che si intrecciano, di figure, di giochi d’acqua. Si trova a Capalbio e se non lo avete ancora fatto dovete correre a visitarlo! Per maggiori informazioni leggete questo post.
  • Roselle: una delle più antiche città etrusche con le sue mura ciclopiche: veramente alte, imponenti ed affascinanti, potrete oltre a seguire le antiche mura, passeggiare tra le antiche strade, i resti delle fontane, l’edificio termale, la domus, la basilica ecc. Imperdibile per gli amanti della storia e dell’archeologia! Se volete leggere il nostro post su Roselle potete farlo qui
  • Vetulonia: un piccolo e carino paese, ideale per scoprire i piccoli borghi toscani e per avvicinarsi al mondo degli etruschi. Passeggiando per il borgo infatti è possibile visitare alcune tombe etrusche oltre a vedere la cinta muraria inglobata dalle più recenti costruzioni di epoca medioevale. Per maggiori informazioni cliccate qui.

 LEGGI ANCHE: LIBRI DA LEGGERE PER UN VIAGGIO IN MAROCCO

  • Vitozza: la città perduta per giocare a fare gli esploratori e vedere da vicino un insediamento rupestre medioevale con grotte che molto probabilmente sono state abitate fin dal Paleolitico. Per sapere come visitare Vitozza cliccate qui.
  • le vie cave: antiche vie di comunicazione scavate nel tufo usate al tempo degli etruschi, si trovano nella zona di Sorano, Sovano e Pitigliano (bei borghi tutti da vedere!), perfette per fare una bella passeggiata al fresco conoscendo il territorio e la nostra storia. Per maggiori informazioni leggete qui.

LEGGI ANCHE: COSA METTO IN VALIGIA

 

 

Precedente Cosa fare ad agosto in Toscana Successivo Il torrente Bidente di Pietrapazza: l'altra Romagna

Lascia un commento

*