Come muoversi in Giordania

State programmando un viaggio in Giordania? Ecco alcuni consigli su come muoversi in Giordania e il racconto della nostra esperienza con tanto di dettagli.

Gli aeroporti

L’aeroporto principale della Giordania è l’International Queen Alia Airport, collegato con voli internazionali alle principali destinazioni mondiali. L’aeroporto è a circa 32 Km dalla città di Amman ed è collegato ad essa da un servizio di taxi e autobus che portano alla stazione di Tabarbour (partenza ogni 30 minuti dalle 6 alle 23, biglietto 3,75 JD a testa) . All’interno dell’aeroporto ci sono alcuni uffici delle maggiori compagnie di noleggio automobili (Europcar, Avis…).

L’ Aeroporto Marka si trova vicino al centro della capitale giordana, ma vi partono e arrivano voli nazionali e alcune tratte per le regioni confinanti.

Altri due aeroporti sono: l’ Aeroporto Internazione Re Hussein di Aquaba, sul mar Rosso, collegato a mete europee e nazionali e quello di Zarqua.

Come muoversi in Giordania

Una volta arrivati in Giordania potete muovervi o prendendo un’auto a noleggio (ritirabile ad Amman, presso l’Areoporto International Queen Alia Airport , ad Aquaba o presso il Mar Morto), con i taxi o con gli autobus.

Noi abbiamo scelto di noleggiare una macchina per i primi 5 giorni (compagnia Sixt, 186 euro totali, prenotato su internet) quando alloggiavamo presso Madaba. Abbiamo così approfittato per visitare quelle mete difficilmente raggiungibili con i pullman come i castelli del deserto orientale, Al Karak, Mukawir e il Mar Morto.

Come muoversi in Giordania

Per andare da Amman a Jerash abbiamo preso, all’andata, un minibus dalla stazione di Tabarbour (1,10 Jd a testa, più 3,00 Jd di taxi per raggiungere la stazione di Tabarbour, i minibus partono all’incirca ogni ora) e al ritorno un taxi collettivo al prezzo di 5,50 in due.

Per andare da Amman a Petra (Wadi Musa) abbiamo preso il pullman della Jett Bus, il cui ufficio si trova nei presso dell’ex-stazione di Abdali. Il pullman parte alle 6.30 e arriva dopo 3 ore 10 minuti nel parcheggio del Centro Visitatori di Petra, in cui troverete ad attendervi orde di tassisti, il prezzo del biglietto è 8,50 Jd a testa.

Per andare da Petra al Wadi Rum abbiamo preso un minibus che è passato a prenderci direttamente all’hotel alle 6.30 del mattino, che dopo 1 ora e 30 minuti è arrivato al Centro Visitatori di Wadi Rum (7 JD a testa, unica corsa disponibile).

Per tornare ad Amman dal Wadi Rum abbiamo preso un taxi collettivo per arrivare ad Aqaba (7 JD a testa), chiamato dal proprietario del Beduine life style, e da lì (alle ore 12.00) il pullman della Jett Bus che ci ha portato all’ufficio della Jett Bus ad Amman in 4 ore, senza neppure una sosta, al prezzo di 8,80 JD caduno, su questa tratta la Jett Bus effettua sei corse dalle 8 alle 17).

Per tornare all’Aeroporto International Queen Alia abbiamo preso un taxi per 16 Jd in due: dovevamo prendere l’autobus dell’Airport Express Bus che parte ogni ora dalla stazione nord di Tabarbour dalle 7 alle 23 (sono previste anche due corse notturne all’1 e alle 3) ma una volta giunti alla stazione ci hanno informato che il servizio durante il ramadan termina alle 20.

Come muoversi in Giordania

 

5 thoughts on “Come muoversi in Giordania

  1. Ciao, post utile, lo metto tra i preferiti visto che la Giordania è una delle tappe papabili a breve 😉 Grazie!

    • irintronauti il said:

      Grazie! Se hai bisogno di altre informazioni…cerca pure sul blog…oppure contattaci! La Giordania è splendida…

  2. , it may be difficult to dentimree the best guides versus the sham ones look for some sort of government license or credentials.It’s a good 3 hour walk from the beginning of Petra to the Monastery at the end (seen the two pics above with The Blonde featured, before the final pic). You can also hire a camel, horse, horse-drawn carriage and a mule/donkey to help you with portions of the trek. The final portion of this trek involves walking uphill for a good distance to reach the Monastery. You can also travel this distance on a mule, but it’s probably safer to just walk it (I saw a mule struggling with an overweight American rider on this path).Finally, many Western visitors consider Jordan to be Mideast light insofar as safety and security concerns. Because of the problems in Syria (and up to a million Syrian refugees now in Jordan), tourism has dropped dramatically in the Mideast. In my experience, most Jordanians are wonderful people, and are very respectful of themselves and others. Personally, I’ve enjoyed my travels to Jordan, and getting to know the Jordanians. It would behoove all Westerners to not forget that they are in a Muslim country, and to be respectful of their culture and religious traditions. Being considerate of others here includes wearing conservative clothing (a man wearing shorts would be socially unacceptable, let alone a woman doing the same), and thinking of others when interacting with them (e.g., don’t be in a hurry to push ahead of others when in a line).I hope to soon return to Jordan, and to see y’all there!

  3. ci sono molte informazioni utile bravi viaggiatori . ad agosto vado li con mia moglie viaggio prenotato fai da te senza agenzie vorrei alcune inf sull noleggio visto che siamo li 10 gg dal 15/25 ciao grazie