Come muoversi a Fes

Premesso che le attrattive principali di Fes sono nella medina e nei suoi dintorni, vi potrà capitare anche di dovervi spostare da essa per raggiungere altre città o l’aeroporto, in questo post vi diamo i nostri suggerimenti su come muoversi a Fes sia nella città vecchia che nella ville nouvelle.

Come muoversi a Fes

Come muoversi a Fes nella Medina

Se state progettando un viaggio in Marocco che comprende la visita di Fes e cercherete delle informazioni su come muoversi a Fes, sicuramente troverete informazioni scoraggianti sulla capacità di orientarsi all’interno della medina più grande del mondo. Ecco queste informazioni sono vere: al primo impatto il dedalo di vicoli pieni di gente, bancarelle e negozi all’inizio vi darà un senso di claustrofobia perchè non ci sono punti di riferimento. Questo è il bello della medina, perdersi è d’obbligo e permette anche di trovare angoli nascosti. Le mappe sono quasi inutili: i vicoli non hanno nome e alcuni nemmeno sono segnati sulle cartine! Tutte le guide turistiche vi suggeriranno di affidarvi a una guida locale (riconoscibile dal tesserino) che potete trovare nei pressi di Bab Bou Jeloud, la porta principale.

FORSE PUO’ INTERESSARTI ANCHE: ITINERARIO DI UNA SETTIMANA IN MAROCCO

A nostro parere non sono necessarie, si può benissimo girare da soli, ma gli scocciatori che si offrono di scortarvi qua e là si moltiplicheranno e non vi daranno tregua. Ricordatevi che a Fes ogni informazione si paga, munitevi di monete e preparatevi a distribuire un obolo ogni volta che chiedete un informazione. Certo in alcuni casi sarete fortunati: nel nostro ultimo viaggio un ragazzino per meno del corrispettivo di 3 euro ci ha fatto fare un giro per le famose concerie saltando da una vasca all’altra e potendo così osservare e fotografare gli operai all’opera da molto vicino, altri hanno pagato anche il triplo solo per salire su una terrazza e vedere le conce da lontano… .Come muoversi a Fes: piazza Lalla Yeddouna Il consiglio che diamo in base alla nostra esperienza è quello di fidarsi prevalentemente dei più giovani, vi porteranno dove volete e più velocemente, senza farvi fare dei giri assurdi per passare davanti al negozio dell’amico di turno. All’interno della medina, la municipalità di Fes, ha istallato dei cartelli che segnano la direzione da seguire in base a itinerari di interesse: il rosso (artigianato) il verde (palazzo e giardini andalusi) il marrone (monumenti e souk) il blu (cultura) e arancione (mura e fortificazioni). Purtroppo queste indicazioni all’interno della medina rasentano l’inutile in quanto sono poste senza una logica: ad esempio troverete un cartello che indica di procedere dritti su un rettilineo senza vie laterali, ma non lo troverete a un bivio. La regola “se non ci sono indicazioni proseguo dritto” qui non vale. Comunque di giorno si gira benissimo e in qualche ora troverete tutti i siti di interesse principali.

Per gli itinerari fuori della medina (dove finalmente è  possibile sfruttare qualche punto di riferimento, come un minareto molto alto) i cartelli sono paradossalmente più precisi. Di notte tutto cambia: i negozi chiudono, interi souk sbarrano gli accessi e se avevate visto una particolare attività commerciale che per tutto il giorno avete usato come caposaldo per dire “ok di qui ci siamo passati”, dopo le 20 sarà solo un ininterrotto susseguirsi di anonimi portoni di legno chiusi. Muoversi nella medina di notte è un po’ più rischioso e può diventare pericoloso: trovarvi spersi in alcuni vicoli bui secondari potrebbe attirare l’attenzione di qualche malfattore. Noi non abbiamo avuto nessun problema, ma abbiamo saputo di qualcuno che è stato rapinato.Come muoversi a Fes: i petit taxi rossi Quindi rimanete sempre sulle vie principali e magari può essere la giusta occasione per dare qualche dhiram ad un ragazzino per farvi portare velocemente dove alloggiate o dove passano i petit taxi. Per fare un esempio per trovare il nostro ryad una notte ci abbiamo impiegato più di un’ora, la sera successiva, facendoci aiutare da un ragazzotto meno di 15 minuti. Inoltre un’altra scocciatura un po’ antipatica è che spesso vengono date informazioni sbagliate per farti perdere, per passare ancora davanti al negozio dell’amico o per farsi una risata.

Fondamentale per sapere come muoversi a Fes è tenete presente che la direttrice principale va da Bab Bou Jeloud (la porta principale) a Piazza Lalla Yeddouna, seguendo per l’una o l’altra rimarrete sempre in zone frequentate.

Come muoversi a Fes nella Ville Nouvelle

Nonostante non ci sia niente particolare da vedere vi capiterà di andare nella città moderna per gli spostamenti da e per Fes. Muoversi è veramente facile, meglio che nelle nostre città, in quanto sciamano centinaia di taxi che con una cifra irrisoria (1 o 2 euro) ti portano ovunque in città. Per muoversi fuori dalla Medina di Fes dovete prendere i petit taxi, solitamente rossi, che si fermeranno con un semplice cenno. Assicuratevi che che il tassista accenda il tassametro (misurateur), anche se non abbiamo trovato nessuno che lo avesse spento.

Nei luoghi a maggior afflusso turistico come la stazione dei treni, dei bus o Bad Bou Jeloud i procacciatori di clienti per i taxi sparano delle cifre assurde, anche 10 volte superiori al normale, quindi il consiglio è di evitare di prendere taxi in questi luoghi, ma di incamminarvi per qualche centinaia di metri e fermare quelli che passano.

Come muoversi a Fes: grand taxiA differenza di ristoranti e negozi dove tutti “sbagliano” a farvi il resto abbiamo trovato i tassisti molto disponibili e onesti. Se volete risparmiare ulteriormente ci sono anche i bus, ma come in Italia passano un po’ quando gli pare.

Per raggiungere destinazioni fuori da Fes dovete invece prendere i grand taxi, vecchie berline mercedes anni ’70 (uno aveva 918.000 km!!). Il viaggio sarà sicuramente scomodo perchè caricano gente finchè ce n’entra, non siamo mai stati meno di sette più il tassista ed è probabile che dobbiate sedere sulle gambe di qualche sconosciuto.

L’esperienza di per sé è divertente e nonostante i dettami del corano, uomini e donne possono sedere vicini senza problemi oltre a essere un’ottima occasione per fare amicizia. Anche qui i costi sono irrisori: circa 1 euro ogni 10 km, il doppio per l’aeroporto che nonostante sia a soli 20 km dal centro ha una tariffa maggiorata. Come muoversi a FesStesso discorso dei petit taxi per i bus: raggiungono le stesse mete, ma sono molto più lenti e il risparmio è minimo. I grand taxi non vanno fermati mentre passano per strada perchè è quasi impossibile indovinare la loro destinazione, bisogna recarsi presso i parcheggi disseminati qua e là dove vengono organizzate le corse. Giunti sul posto con un petit taxi (basta dire al tassista dove dovete andare e lui vi porterà al giusto parcheggio di grand taxi), comunicate la vostra destinazione e verrete molto velocemente portati al giusto taxi che appena sarà carico di gente all’inverosimile partirà; questa operazione è molto veloce, non abbiamo mai aspettato più di 5 minuti.

Nei pressi della stazione ferroviaria c’è un grande parcheggio di grand taxi per Meknes, Chefchaouen e il nord in generale.

La stazione ferroviaria è veramente ben tenuta, i treni sono puntualissimi, puliti e sono la migliore soluzione per raggiungere Meknes o Rabat anche se sono poco più cari dei grand taxi sono sicuramente più confortevoli se dovete raggiungere destinazioni più lontane. Di fronte al parcheggio dei grand taxi nei pressi della stazione ferroviariac’è la fermata del bus per l’aeroporto che teoricamente dovrebbe passare ogni 40 minuti, anche se noi dopo aver aspettato più di un’ora abbiamo condiviso un grand taxi con altri viaggiatori che non potevano permettersi di aspettare oltre.

Come muoversi a Fes: mappa della medina, molto utile per orientarvi

Precedente Cascais: un borgo sull'oceano nei dintorni di Lisbona Successivo Un weekend a San Marino

Lascia un commento

*