Città del Messico: toccata e fuga

Città del Messico è una città da assaporare con calma, a cui dedicare almeno una settimana, ma che si inizia ad apprezzare veramente solo dopo due, tre settimane. Consci di questo, non avendo il tempo sufficiente da dedicargli (come ci avevano invece consigliato), abbiamo deciso di escluderla dal nostro itinerario in Messico e le abbiamo dedicato appena qualche ora tra uno scalo e l’altro (chiaro caso di messaggio recepito!).Città del Messico

Cosa vedere a Città del Messico in poche ore

Ovviamente anche se volete o potete trascorrere qualche ora a Città del Messico c’è solo l’imbarazzo della scelta. Noi abbiamo deciso di andare sul classico: veloce giro nel centro storico e rapida perlustrazione del Palacio National, soprattutto per ammirare i murales di Diego Rivera.

LEGGI ANCHE: #8 ORE A ISTANBUL, COSA VEDERE A ISTANBUL IN UN GIORNO

Quando scrivo veloce giro significa che abbiamo visto solamente lo Zòcalo, la cattedrale Metropolitana e passeggiato per le strade intorno, poi ci siamo infilati nel Palacio National (ingresso è gratuito, si deve lasciare all’entrata il passaporto che sarà riconsegnato alla fine) che oltre ad ospitare gli splendidi murales di Diego Rivera, accoglie al suo interno un bellissimo ed interessante museo sulla storia del Messico (galleria dei Rivoluzionari, Galleria dei Presidenti), che purtroppo meritava molto più tempo. Tra l’altro abbiamo dovuto sacrificare i Musei di Benito Juárez, che sono ospitati al suo interno.

I 5 murales di Diego Rivera raccontano la storia del Messico, dall’epoca preispanica all’età moderna e meritano da soli una visita al centro.Città del Messico

Come andare dall’aeroporto al centro storico di Città del Messico

La scelta è tra autobus (linea 4 del metrobus), taxi e metropolitana.

Noi abbiamo usato la metropolitana i cui biglietti costano 5 pesos l’uno e che consente di vedere uno spaccato della vita nel El monstruo. Venditori che richiamano l’attenzione sulle loro merci e che entrano in metropolitana giusto il tempo di una fermata, altri che piazzano i loro banchi lungo le gallerie, uno spettacolo interessante e affascinante. La stazione della metro si trova a pochi passi dal Terminal 1, la fermata ha il nome di Terminal Area ed è sulla linea gialla, la n°5. La fermata del centro è Zòcalo o Pino Suarez, sulla linea celeste n°2. Per arrivare in centro abbiamo scelto quella che ci è sembrata la strada più breve. Fermata Oceania direzione Politecnico linea gialla n°5, fermata San Lazzaro, direzione Buenavista, linea grigia, B, fermata Pino Suarez, direzione Observatorio, linea rosa n°1. Da lì p possibile prendere la linea celeste n°2 e scendere alla fermata successiva, Zòcalo. In tutto ci abbiamo impiegato una trentina di minuti. Per consultare la mappa clicca qui.

Per andare dal Terminal 1 al Terminal 2 si deve prendere la monorotaia gratuita mostrando il biglietto (tempo 7 minuti).

LEGGI ANCHE: COME MUOVERSI IN MESSICO

 

 

Precedente Col di Luco non è più un ghost town!! Successivo Castel San Gottardo, il castello nella grotta

Lascia un commento

*