Castel di Celsa e i suoi stupendi colori autunnali

Uno dei luoghi più sorprendenti della Montagnola sensese e della Val d’Elsa è Castel di Celsa, un sontuoso e raffinato edificio dal sapore vagamente britannico, praticamente invisibile dalla strada.Castel di Celsa

Castel di Celsa è immerso in un bosco di caprini, lecci e castagni, che si diradano intorno alla proprietà fino a lasciare spazio ad un enorme prato verde su cui spicca ancora di più la bellissima struttura del castello, la cui facciata è poeticamente ricoperta di edera che in autunno assume una colorazione rossa carminio – bordeaux, che gli dona un aspetto impareggiabile.

LEGGI ANCHE: 20.000 LEGHE SOTTO CHIUSI

Il Castello è visitabile solo dall’esterno. Di fronte all’ingresso, su un terrazzamento, si trova l’elegante giardino all’italiana, inaccessibile a causa di un parassita che ne minaccia l’esistenza. È però possibile affacciarvisi e osservare lo splendido panorama che corre fino alla città di Siena ed al Monte Amiata.

Da castello a villa e da villa a castello

Castel di CelsaIl castello di Celsa, oggi di proprietà della famiglia Aldobrandini, fu un vero castello difensivo le cui origini vanno probabilmente ricercate nel XIII secolo, anche se le prime notizie certe sono nel 1344. Nel Cinquecento fu deciso di affidare al Peruzzi il restauro dell’antico maniero che fu trasformato in una villa signorile. Sull’angolo nord orientale fu costruita una piccola chiesetta a pianta circolare ancora consacrata e visitabile. La torre dell’angolo sud e parti delle altre due sono l’unica cosa che rimane de vetusto fortilizio. Nel XIX secolo ci fu un nuovo restauro che aggiunse particolari in stile neogotico, mentre i merli che si rifiniscono la struttura e ne hanno determinato il ritorno alla denominazione come Castello, sono degli inizi del Novecento.

Attraversando un giardino all’inglese si giunge alla peschiera, riserva d’acqua e un tempo anche di pesce.

LEGGI ANCHE: L’ASCETA CHE UCCISE IL DRAGO E L’EREMO DI MALAVALLE

Castel di Celsa, il giardino all'italiana

Visitare Castel di Celsa

La visita al castello dura circa un’oretta. Dal mese di marzo a quello di ottobre vengono organizzate alcune visite gratuite. Le visite sono rivolte a gruppi composti da dieci a trenta persone ed il ritrovo è previsto alle ore 9.30 al cancello del castello.
Per poter partecipare è necessario prenotarsi, almeno tre giorni prima della visita prescelta, contattando il numero 0577 049266 o inviando una mail all’indirizzo: [email protected] .

Come arrivare a Castel di Celsa

Castel di Celsa è nella Montagnola sensese, ad una ventina di chilometri da Siena e si trova lungo la strada provinciale 101 di Montemaggio, tra Arnano e Scorgiano. Se scrivete Castel di Celsa su Google Maps lo troverete senza problemi.Castel di Celsa

Nelle vicinanze di Castel di Celsa

Nelle vicinanze di Castel di Celsa si trova la villa del Cetinale e il romitorio del Cetinale, affascinante struttura di cui potete vedere alcune foto qui. Sempre nei suoi pressi è percorribile il tunnel del Granduca e l’Eremo di Rosia e il Ponte della Pia, la famosa nobildonna senese menzionata da dante della Divina Commedia.

 

 

Castel di Celsa Castel di Celsa Castel di Celsa Castel di Celsa Castel di Celsa Castel di Celsa Castel di Celsa Castel di Celsa

Precedente Cosa fare a novembre in Toscana Successivo Le cascate di Roberto Barrios

Lascia un commento

*