Belem: la porta sull’oceano di Lisbona

Il quartiere di Belem si trova a circa 6/7 km dal centro di Lisbona. Nonostante la distanza merita di essere visitato in quanto ospita due dei più celebri monumenti della città: il Monastero dos Jeronimos e la Torre di Belem, simbolo dell’età dell’oro del Portogallo.Belem: la porta sull'oceano di Lisbona, Torre di Belem 

Passeggiare per questo quartiere ampio e spazioso, bagnato dalla foce del Tajo è molto piacevole e permette di rivivere un passato sfarzoso di cui rimane soltanto l’eco.  Nel XVI secolo infatti il Portogallo inaugurò una nuova era per le esplorazioni: finanziò numerose imprese marittime e conseguì due importantissimi successi: nel 1487 Bartolomo Diaz riuscì a doppiare il Capo di Buona Speranza, aprendo la strada alla successiva spedizione di Vasco De Gama, che per primo riuscì a raggiungere l’India costeggiando l’Africa. Oltre a favorire nuove scoperte e conoscenze geografiche queste due imprese resero la corona lusitana ricchissima, da Lisbona passavano infatti spezie, zucchero, schiavi, tessuti e qualunque altra mercanzia.

Vi chiederete cosa c’entri tutto questo con Belem? Il quartiere fu fondato proprio per celebrare la storica impresa di Vasco De Gama: il portoghese e il suo equipaggio (accompagnati anche da Bartolomeo Diaz, che però tornò a casa dopo capo di Buona Speranza) Belem: la porta sull'oceano di Lisbona, Torre di Belemsembra che fossero salpati proprio da luogo su cui è stata edificata la Torre di Belem, il Monastero invece sorgerebbe sulle fondamenta della chiesa in cui comandante e i marinai avrebbero trascorso la notte pregando la notte prima della partenza per il difficile viaggio. Lo stesso nome del quartiere Belem (Betlemme) rimanda al nome di questa chiesetta Ermida do Restelo, dedicata alla Madonna di Betlemme. Quello che oggi è un quartiere elegante e pulito un tempo doveva essere ben diverso: magari capitando qui di notte avremmo potuto incrociare alcuni marinaio alticci che parlano concitatamente e si dirigono in un altra osteria per finire di festeggiare l’imminente imbarco, oppure avremmo potuto osservare qualche giovane che guardando l’acqua che scorreva e il cielo stellato, ricordava la sua casa e i suoi affetti non poteva fare a meno di chiedersi quale sorte lo avrebbe aspettato. In sottofondo le voci dei lavoratori che scaricano il carico di una nave e di quelli che ne allestiscono un’altra.Belem: la porta sull'oceano di Lisbona, Monastero dos Jeronimos

L’architettura dei due monumenti è in stile manueliano, mischia elementi gotici a quelli rinascimentali e presenta numerosi riferimenti nautici.

La Torre di Belem bianca, illuminata dal sole, si rispecchia sulle placide acque del Tajo, quando la vedrete con i vostri occhi capirete come mai è imperdibili. Sembra quasi una nave di pietra, ancorata per sempre a questi bassi fondali. L’accesso (costo 6 euro) all’interno è molto interessante e dei brevi filmati vi spiegheranno come in passato la torre si trovasse più verso la foce.

Il Monastero Dos Jeronimos (ingresso 6 euro) fu costruito al ritorno di Vasco De Gama, al suo interno si trovano le tombe dell’esploratore, del poeta Luís de Camões e di Ferdinando Pessoa. Entrambi i monumenti sono da visitare per capire al meglio il glorioso passato di questa piccola nazione votata al mare. Di fronte al Monastero, passeggiando sul lungo fiume potrete ammirare il Padrão dos Descobrimentos, un bel monumento eretto per celebrare i cinquecento anni dalla morte di Enrico il Navigatore.

Da un’entrata secondaria al Monastero di Los Jeronimos si trovano sia il Museo de Arqueología sia il Museo de la Marinha. Belem: la porta sull'oceano di Lisbona, Museo della MarinaNoi abbiamo visitato solamente il secondo, e lo abbiamo trovato estremamente interessante: contiene l’altare portatile di Vasco De Gama e molti altri reperti che vi aiuteranno meglio a capire come si navigava in passato e come si è evoluta la navigazione nel tempo. Numerosi sono i modellini delle navi e in alcune sale è possibile vedere alcuni filmati riguardanti le operazioni della marina portoghese. Il museo della Marinha è una tappa fondamentale per completare il quadro su un periodo importantissimo per la storia del Portogallo e del mondo.

I COSTI

Il biglietto cumulativo Monastero + Torre = 8 euro

Museo de Arqueología biglietto = 4 euro

Museo della Marinha biglietto = 3 euro

Se visitate la prima domenica del mese tutti i musei menzionati sono gratuiti.

LEGGI ANCHE: COME MUOVERSI A LISBONA

Come arrivare a Belem

Il mondo migliore per raggiungere Belem dal centro di Lisbona è prendere il tram storico E15 da Pç. Figueira o da Pç. Commercio. Tenete presente che potete scendere o alla fermata “Belem” o a quella di poco successiva “Monasteros dos Jeronimos”. Se desiderate scendere il più vicino possibile alla Torre di Belem invece dovete attendere di oltrepassare la fermata “Centro Cultural De Belém” e scendere a “Largo Da Princesa”, a quel punto dirigetevi verso il Tejo e andate verso sinistra, oltrepassate un cavalcavia e sarete praticamente arrivati. Il tram soprattutto la domenica mattina è molto affollato, per cui vi conviene presentarvi un poco prima e premunirvi del biglietto. È possibile prendere il treno dalla stazione Cais do Sodre scendendo alla fermata di Belem (treno ogni 10 minuti), che però rimane un poco distante da tutte le attrazioni, oppure utilizzare il servizio di autobus: 727, 28, 729, 714 e 751.

Belem: la porta sull’oceano di LisbonaPadrão dos DescobrimentosBelem: la porta sull'oceano di Lisbona, Torre di Belem

I commenti sono chiusi.